evidenzaUna battaglia a colpi di… fiori, quella “combattuta” a Condove  nel corso della bella stagione.  “Condove fiorita” è il titolo del sfida nata nell’ambito della partecipazione del Comune  al concorso nazionale “Comuni fioriti”: una sorta di competizione “locale”, con l’intento, spiega l’assessore al verde urbano Giorgia Allais, di rendere “ancor più gradevole ed ospitale il paese attraverso l’utilizzo dei fiori e la valorizzazione delle aree verdi, pubbliche o private”.

In questa prima edizione, il concorso ha visto 18 partecipanti per la sezione “Balconi, finestre e arredi fioriti” e 10 iscritti per i “Giardini fioriti”.

Hanno partecipato condovesi sia nel capoluogo sia nelle borgate – aggiunge  Allais – proponendo balconi, arredi e giardini anche molto diversi tra loro. Molti meritavano di vincere e la valutazione non è stata banale, così abbiamo deciso di suddividere la categoria dei balconi da quella degli arredi “.

La giuria, composta da 10 membri, ha visto “tra i giurati, oltre ai membri dell’Amministrazione Comunale, anche volontari della Pro Loco, della Protezione Civile, dell’Associazione Combattenti e Reduci, dell’Anpi e dei  Commercianti. Per il prossimo anno stiamo pensando di dar vita a  una giuria ancora più… popolare coinvolgendo i nostri concittadini che non fanno parte di associazioni“.

Le votazioni si sono svolte da metà luglio a fine agosto. I dieci giurati hanno visitato in modo del tutto anonimo le abitazioni degli iscritti al concorso muniti di apposite schede per votare: sono state considerate prima di tutto la qualità e quantità della decorazione floreale, il trattamento e la manutenzione del verde, la fantasia e l a bellezza estetica ed è stato favorito chi ha scelto fiori e piante autoctone.

Abbiamo però anche voluto premiare chi ha recuperato ed abbellito strutture tipiche del territorio o beni pubblici – evidenzia Giorgia Allais – questo infatti è stato il vero successo del concorso: l’esempio di come ci si senta parte del paese in cui si abita e di come si possa contribuire a renderlo più accogliente“.

Tra i beni pubblici recuperati e abbelliti con fiori, il lavatoio di Via Magnoletto, a cura della famiglia Pettigiani-Senor, la piccola aiuola di Piazza Martiri abbellita dalla fioraia Claudia Suppo e dallo Studio Tecnico, i vasi e le aiuole di Via Torino, a cura di Laura Bertrando della Pizzeria “Roma” (che è anche stata sponsor ufficiale del concorso nazionale “Comuni fioriti” con una donazione che ha coperto l’iscrizione del nostro Comune).

Una segnalazione particolare va fatta per la Borgata Magnoletto dove da un po’ di tempo gli abitanti che l’hanno ripopolata si stanno occupando di abbellire ogni angolo in tutti i periodi dell’anno“.

 

Nelle votazioni, è stata inoltre tenuta in considerazione la stagione estiva molto siccitosa, che spesso non ha permesso di avere piante rigogliose e con fioriture abbondanti.

Per i vincitori, premi non in denaro ma in buoni acquisto presso i rivenditori locali di fiori e piante da giardino ed orto: Floralpi di Miello, l’Azienda Agricola Bandera e Zoogarden. Al 1° classificato di ogni categoria va un buono da 25 euro, al 2° da 15  e al 3° da 1€.

Ringraziamo tutti i partecipanti, sfidandoli ovviamente a partecipare ancora il prossimo anno– conclude l’Assessore Allais – perchè abbiamo intenzione di continuare a promuovere il concorso, spronando sempre più condovesi a rendere più fiorito e bello il nostro paese“.

La premiazione ufficiale avverrà durante la Fiera della Toma, domenica 11 ottobre alle ore 17.30, direttamente sul palco in Piazza Martiri della Libertà.