La piccola Aurora trova per caso un dvd in cantina. Scopre che questo contiene i racconti del nonno, un  bimbo cresciuto ai tempi della Resistenza. In un viaggio nel passato la nipotina rivive con gli occhi del piccolo Uberto un pezzo di storia del nostro Paese.

E’ la storia narrata nel docufilm “Un bambino di nome Uberto, la Resistenza vista con gli occhi di un bambino”, che sarà presentato venerdì 29 aprile alle 21 nella Sala del Comune di S.Ambrogio.

L’idea è partita proprio dal nonno del film, Uberto Franchino, classe 1935, di Villar Dora, che negli anni della Resistenza era un bambino. Di quel periodo Uberto ha un ricordo nitido che vuole trasmettere prima di tutto alla sua piccola nipotina e a tutti i ragazzi di oggi. “Ho voluto lasciare questo video alla mia piccola nipotina – spiega– così quando sarà grande potrà ascoltare i racconti e sapere chi era suo nonno.

Il desiderio di Uberto (raccontare in un film i suoi ricordi) ha incrociato nei mesi scorsi la sensibilità e la professionalità di Massimiliano Finotti, video maker villardorese che, a sua volta, ha coinvolto i ragazzi del Laboratorio di Cinema della scuola Anna Frank di Sant’Ambrogio.

 

foto05SCHEDA

Un bambino di nome Uberto. La Resistenza vista con gli occhi di un bambino

Anno di produzione: 2016

Durata: 25’

Formato originale: FULL HD

Regia: Massimiliano Finotti

Autori: Massimiliano Finotti, Uberto Franchino,

Elisa Franchino, Andrea Tabone

Sceneggiatura: Uberto Franchino, Massimiliano Finotti, Elisa Franchino, Andrea Tabone

Fotografia: Massimiliano Finotti, Andrea Tabone

Montaggio: Massimiliano Finotti

Interpreti: Uberto Franchino, Ester Cirrito, Tiziana Arnaud, Andrea Tabone, Claudio Icardi