equilibrio la scultura di maurizio perronSAUZE D’OULX. Maurizio Perron è uno scultore la cui opera non finisce mai di stupire, dalla costruzione di stanze in hotel di ghiaccio a quella di balene nei laghetti montani, spazia liberamente creando opere ammirevoli. L’ultima creazione in ordine cronologico è una scultura, in pietra, sul tema dell’equilibrio, Perron l’ha realizzata in un piccolo villaggio francese, Laragne. La sorpresa però non finisce qui, anzi, infatti, l’opera è stata scelta per essere esposta in una rotatoria nientemeno che a Parigi. Così lo racconta Perron: “Pochi mesi fa ho trovato questo nuovo bando per presentare la mia proposta sul  tema dell’Equilibrio”.  Davvero interessante per me… ho fatto in passato alcune opere su questo tema e mi stimola sempre questo argomento. La combinazione delle linee rette e delle superfici organiche ruvide, la vita pubblica e privata, quello che vogliamo mostrare e quello che vogliamo nascondere… È un’allegoria di tutti i diversi risvolti della nostra vita. L’ultima volta che ho affrontato questo tema interessante è stato nel 2007, a Pergine Valsugana. Ho lavorato in un ex Ospedale Psichiatrico, e durante la realizzazione della mia scultura ero circondato da alcuni vecchi pazienti interessati al mio lavoro, che avevano perso il diritto di rimanere in ospedale a causa di una legge degli anni ’70… ma dopo molti anni oramai quella era per loro l’unica vera casa. È stata un’esperienza estremamente commovente e profonda. 

Questa volta l’atmosfera è stata molto più “facile”, ma mi sono divertito molto ad osservare la reazione del pubblico di questo piccolo villaggio non lontano dalle Alpi francesi. Certo non è mai facile mostrare una scultura astratta quando tutti si aspettano una forma molto figurativa! Naturalmente vorrebbero vedere una donna, o un animale … ma il mio stile è astratto, e mi hanno selezionato proprio per questo! Alla fine, lo sponsor principale dell’evento, sceglie il mio lavoro. All’inizio davvero non sapevo cosa avrebbe significato, ma poi mi hanno detto e… WOW !!! Il mio lavoro sarà posizionato in modo permanente in una rotatoria nella Ville Lumiere … Sì, a Parigi! Quindi, uno dei miei lavori sarà a Parigi per molti anni … molti di  più di quelli che potrò vivere. Questa è stata  la grande sorpresa di questo piccolo villaggio francese. Laragne… non me lo sarei mai aspettato!”