Sono tanti gli anni di presenza e attività sul territorio della Val Sangone dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, dal 2012 Sezione intitolata alla M.A.V.M. Col. Luigi Rabajoli, soldato – eroe pluridecorato durante la prima Guerra Mondiale, uomo coraggioso e generoso vissuto a Coazze dal 1927 al 1987, data della sua morte. In continuità, anche per il 2017, l’attività  svolta dalla sezione presieduta da Alberto Giacomino, si è espressa nella partecipazione alle commemorazioni sia del calendario istituzionale nazionale  sia in quelle locali, con il labaro e il cappello piumato, simbolo del corpo. E non è mancata la partecipazione al Raduno Nazionale, il 65esimo, svoltosi a maggio a Pescara, che nel 2018 verrà accolto dalla città di San Donà di Piave,  in una zona in cui ancora oggi sono conservate le testimonianze del sacrificio di tanti soldati che si sono battuti per la pace e la libertà. Dalla sezione  Giaveno – Val Sangone, a nome del presidente Alberto Giacomino e del vice presidente regionale Leandro Tosatti, nei giorni scorsi, è stato inoltrato un messaggio di complimenti e augurio di buon lavoro al nuovo presidente nazionale dell’Associazione, Ottavio Renzi, che nei prossimi mesi sarà in Piemonte. Per le feste, e a chiusura dell’anno, bersaglieri e famigliari si sono ritrovati per lo scambio degli auguri in una occasione conviviale, alla quale ha partecipato anche il presidente provinciale Rodolfo Lana, amministratori del territorio e amici. “E’ stato un momento per ricordare anche coloro che sono andati avanti di corsa lassù, il bersagliere Dario Carpegna e il bersagliere Giovanni Rudino, entrambi fondatori 33anni fa della sezione – sottolinea il presidente – e per una raccolta fondi che da tempo destiniamo con la collaborazione della madrina Marina Capello all’associazione di biker  “Bi4C”, che aiuta i bimbi meno fortunati ospitati nelle case famiglie.”

Alessandra Maritano