Gli 8 Amicinbici partiti sabato 22 luglio da Torino hanno tagliato ieri, martedì 1° agosto, il traguardo di Barcellona dopo dieci tappe (un giorno di riposo) e oltre 1.000 km pedalati.

La soddisfazione per l’impresa riuscita traspare dal loro primo commento:

“Eccoci giunti finalmente a Barcellona. Le emozioni sono tante per aver raggiunto questo obbiettivo insieme a voi che ci avete sostenuto. La stanchezza fisica è tanta ma la gioia è impagabile. Noi abbiamo pedalato voi ci avete supportato in più maniere e insieme siamo stati una grande squadra. Grazie a tutti”.

20525267_1262853470508173_4314298390669698621_nUna prova di resistenza alla fatica non certo fine a sè stessa visto che gli otto Amicinbici sono i protagonisti di un’iniziativa di solidarietà per la raccolta fondi a favore del reparto di nefrologia (trapianti del rene) dell’Ospedale Molinette di Torino.

20228571_1252149364911917_2614360813581607715_n

Il profilo altimetrico dell’impresa compiuta dagli Amicinbici

Poche ore dopo la partenza, sabato 22 luglio, gli otto Amicinbici  avevano fatto una pausa tecnica sotto l’Arco di Augusto a Susa, prima di imboccare la salita che li avrebbe portati a valicare il colle della Scala, attraversare la Val Nevache e scendere a Briançon, valicare i Pirenei e poi svoltare in direzione Barcellona. Proprio a Susa il gruppo si era fermato a due passi dalla redazione de La Valsusa per una simpatica videointervista.

Ma eccoli i protagonisti di questa cavalcata europea sulle due ruote. A guidare il gruppo il capitano della squadra e presidente di Amicinbici Onlus Daniele Sasso (pubblicitario, 60 anni). Con lui: Fabio Ponzano (dirigente Scuola Tennis, 52 anni), Filippo Ponzano (studente, tennista e ciclista per passione, 17 anni), Giuliano Venturi (impiegato commerciale, ciclista per passione, 47 anni), Gabriele Venturi (Studente, ciclista per passione, 18 anni), Andrea Loria (biologo Centro Ricerche, arbitro di pallavolo, 41 anni), Lucio Lattuchella (consulente Aziendale, organizzatore eventi sportivi, 56 anni), Piero Colombano (pensionato, ciclista a tempo pieno, 64 anni).

Ad assistere i ciclisti sull’Ammiraglia brillante competenza di Ilaria Tersigni: “Finalmente una presenza femminile nei nostri tour”,è il commento dei ciclisti memori delle precedenti pedalate che, negli anni scorsi, li hanno portati a tagliare i traguardi di Berlino e Parigi.

E adesso? Terminata la pedalata, l’iniziativa per aiutare il reparto di nefrologia dell’Ospedale Molinette di Torino prosegue. Per chi vuole contribuire, ecco le coordinate IBAN IT96T0304801000000000092748.

LA VIDEOINTERVISTA realizzata il 22 luglio con gli OTTOAMICI in transito verso Barcellona