Anche quest’anno, il 1° maggio, Giaveno si prepara alla pacifica invasione degli espositori. Oltre 200 quelli previsti Una fiera storica, quella di Giaveno, che anche quest’anno si ripete come ormai tradizione pluridecennale.
Si parte dal centro storico per diramarsi per le vie principali con la novità  di quest’anno di prolungarsi anche su via Roma, fino a piazza Papa Giovanni XXIII, per non creare due blocchi ma dare una continuità  per i visitatori.
Sono, invece, sempre due le sezioni della fiera, quella del mercato e quella dell’esposizione agricola.
Il via è per venerdì 1° maggio alle ore 8,30. La fiera proseguirà  per tutta la giornata fino verso le ore 18.00.
Ma ripercorriamo anche la storia della fiera per spiegare come questa si sviluppa oggi.
Intanto ricordiamo che la “Fiera – mercato” si svolge due volte l’anno, quella autunnale in ottobre e quella primaverile il 1° maggio, come quella che andiamo a presentare.
L’origine di questa fiera si perde negli anni, ma recentemente ha combiato aspetto, precisamente dal 1994, la fiera è stata riorganizzata ed orientata al commercio di pi๠generi. In passato vi era una forte presenza di animali e attrezzature agricole, oggi si guarda maggiormente alle necessità  della popolazione in generale.
Ma non si è voluto abbandonare la tradizione e così nella zona di via Maria Teresa Marchini è prevista l’area espositiva agricola, mentre da piazza Papa Giovanni XXIII si comincia con l’area mercatale che si sviluppa per le altre vie del centro, da via Roma e da via Umberto I a via Maria Ausiliatrice, le piazze Molines e San Lorenzo per proseguire in via Regina Elena e piazza Maritano.
Per l’edizione 2009 il Comune ha assegnato ben 208 posti agli operatori, un buon incremento rispetto all’ultima edizione svoltasi, quella autunnale del 2008 che vide la partecipazione di 180 operatori.
Ricordiamo che i posti sono assegnati dal Comune in base, alla anzianità  di frequenza degli operatori e all’iscrizione alla Camera di Commercio. Gli operatori che da pi๠anni partecipano hanno quindi la possibilità  di scegliere dove collocarsi.
Nelle piazze intorno alle vie interessate dall’esposizione sono state predisposte svariate aree per i parcheggi per i visitatori, così da raggiungere il centro facilmente.
Nella disposizione degli operatori è stata data particolare cura anche agli spazi “liberi”, si è provveduto infatti a lasciare sufficiente spazio per eventuali necessità  legate alla sicurezza.
Infine da sottolineare che è stata predisposta la raccolta differenziata dei materiali di scarto dopo la fiera. I vari operatori lasceranno i materiali da raccogliere divisi per qualità  in modo da poter ottimizzare anche questo aspetto, da non sottovalutare.
A cura dei commercianti saranno anche presenti per le vie dei pony per portare in giro i bambini. un momento della manifestazione