Passando per la biblioteca di Villar Dora Dopo storie fantasiose con draghi come protagonisti, quest’anno la biblioteca comunale, o meglio le sue vulcaniche volontarie, hanno deciso di proporre come tema per il consueto concorso dedicato ai bambini delle scuole primaria e media un argomento tutt’altro che fantastico. Infatti il concorso si intitola “Alla scoperta… degli indiani d’America…i pellerossa”.

Dunque i giovani lettori della biblioteca potranno sognare ora le avventure di questi antichi popoli che per primi abitarono il continente americano, le loro scorribande per le praterie in sella ai cavalli selvaggi, ma anche imparare dalla loro saggezza. Sì perché quest’anno non basterà  leggere tre libri : per i bambini di prima e seconda : o quattro : per tutti gli altri : ma bisognerà  studiare bene anche le 10 notizie sui nativi americani che i bambini troveranno allegate al regolamento del concorso.

E in pià¹, in questa nuova edizione, le bibliotecarie chiedono l’aiuto dei giovani lettori per stilare un “regolamento per la biblioteca”. “Ogni popolo, per poter andare d’accordo”, spiegano infatti, “deve stabilire alcune regole di convivenza da rispettare sempre, proviamo anche noi. La biblioteca è il nostro villaggio, perché tutto funzioni perfettamente quali regole o leggi volete far rispettare?”

Il concorso inizia mercoledì 26 gennaio e termina mercoledì 20 aprile ed è aperto a tutti i bambini residenti in paese, ai non residenti ma che frequentano la scuola di Villar Dora e ai non residenti ma già  tesserati al 31 dicembre 2010. Ogni volta che i bambini riconsegneranno un libro letto riceveranno una piuma che dovranno riporre nella busta bianca che verrà  loro consegnata insieme al primo libro. Una volta che avranno letto tutti i libri richiesti dovranno riconsegnare la busta con i propri dati in biblioteca entro e non oltre il 27 aprile.

Le bibliotecarie ricordano inoltre che, a scanso di equivoci come è già  avvenuto nelle edizioni passate, verranno premiati solo i bambini che parteciperanno al concorso e ne rispetteranno il regolamento e la consegna nei dati stabiliti. “Perché”, come sottolineano, “il nostro intento è anche quello di insegnare ai bambini come sia importante seguire le regole e partecipare correttamente ad un concorso”.

Chiara Vair L'ingresso della biblioteca di Villar Dora