L’europarlamentare: “Si rischia di sperperare troppo denaro”. Le reazioni del mondo politico “La Torino-Lione non ha pi๠ragione di essere realizzata: si é sprecato troppo tempo e si rischia di sperperare troppo denaro. Meglio puntare su altri tragitti”. Il vicepresidente del Ppe al Parlamento Europeo, Vito Bonsignore, rompe il fronte del sì del centrodestra alla realizzazione dell’alta capacità  Torino-Lione.
Bonsignore, che venerdì 17 settembre é intervenuto al dibattito organizzato da Confindustria Piemonte per discutere del collegamento ferroviario, parla di “imbarazzante e imperdonabile ritardo” e di “ennesima occasione di sviluppo
industriale persa”. “Mentre in Val Susa si continua a discutere – ha sostenuto -in Francia e in Liguria si lavora per la realizzazione dell’alternativa sud alla Torino-Lione, che emarginerebbe Torino, e al contempo oltre le Alpi si sta
completando l’alternativa nord, che taglierebbe fuori l’intera Val Padana”.
Il riferimento dell’eurodeputato é alla linea Marsiglia-Ventimiglia-Genova, che completerebbe l’intero percorso costiero che fa da raccordo tra tutti i porti del nord del Mediterraneo.
Numerose le reazioni alle parole dell’europarlamentare
A sconfessare Bonsignore é il vicepresidente dei deputati del Pdl, Osvaldo Napoli: “Le posizioni di Vito Bonsignore non sono mai state discusse all’interno del Pdl. Sarebbe stato meglio che queste sue opinioni
fossero discusse prima all’interno del partito, e poi davanti alla Confindustria e ai giornalisti”.
Per il responsabile Contro la Torino-Lione Infrastrutture del Pd, Daniele Borioli contro la Torino-Lione “non ci sono solo i No Tav ma anche gruppi di interessi trasversale”.
Mario Carossa, presidente del Gruppo regionale della Lega Nord: “Non comprendo e non riesco a immaginare che cosa stia pensando Bonsignore, o quale strategia si nasconda dietro a queste dichiarazioni”.
“Il Pdl espella Vito Bonsignore”. E’ l’ironica provocazione di Sandro Plano, presidente della Comunità  Montana (il centrodestra ne propose l’allontanamento dal partito per le sue posizioni anti-Tav. “Per par condicio – dice Plano – il coordinatore piemontese del Pdl Enzo Ghigo dovrebbe avviare un provvedimento
di espulsione contro Vito Bonsignore, che si é espresso contro la Torino-Lione”
B.A. Ancora polemiche sulla Tav