A Susa il 15 e il 16 ottobre Carissimi fratelli in Gesù Cristo, l’inizio del nuovo anno pastorale 2011-2012 ci vede impegnati nella preparazione del Convegno Diocesano, che si svolgerà a Susa, presso Villa San Pietro, nei giorni 15 e 16 Ottobre prossimo. Ogni fedele che si impegna a vivere attivamente la vita della Chiesa è calorosamente invitato a parteciparvi.

Il tema può sintetizzarsi nel titolo: “Formarci per educare” e avrà la finalità di organizzare la pastorale parrocchiale già esistente, illuminandola con il nuovo impegno formativo, e aggiungere una nuova finalità che fin ora non era stata molto curata.

Si tratta dell’impegno a preparare un gruppo di famiglie che si prendano a cuore la pastorale verso i genitori con figli di età compresa fra O e 6 anni.
La convinzione necessaria è che: “tornare ad educare è possibile”.

Per noi cristiani è la chiamata che abbiamo ricevuto con il Battesimo: Gesù Risorto, con il Battesimo ci dona la sua stessa vita divina e ci coinvolge nel grande disegno missionario della Chiesa: “Andate e evangelizzate…” portando così la vita nuova del Vangelo ai fratelli.

Educare è più che far conoscere.

L’educazione richiedere il conoscere le cose, ma per amarle e metterle in pratica nella vita. Nelle parrocchie, come comunità di famiglie, dobbiamo sentirci in comunione con gli altri “fratelli nella fede”, tutti uniti sacramentalmente dal Risorto, e dobbiamo desiderare una crescita in santità di ogni persona amata da Dio.

In quest’anno pastorale, continuando con impegno le attività che sono in atto già dagli anni passati, dobbiamo aumentare gli animatori pastorali, e si vuole dedicare una particolare attenzione ad una fascia di famiglie che hanno figli in età compresa da zero a sei anni.

Si vuole curare l’accoglienza nella parrocchia non solo dei battezzandi, ma delle loro famiglie, coinvolgendole nella grande gioia della “sequela di Gesù”.
Come possiamo far comprendere a queste famiglie che la Parrocchia è la comunità accogliente, che gioisce con loro per la nuova vita dei neonati; che accompagna i genitori nella preparazione del Battesimo, e che li coinvolge fraternamente, dopo il Battesimo, nella comune vita missionaria?

Cosa possiamo organizzare nelle nostre parrocchie affinchè i genitori di questi bimbi non siano soli nell’educazione dei figlioli alla vera vita di fede?

E’ evidente che questo tipo di pastorale era in passato quasi nulla e che un nuovo impegno possa aiutare a preparare i bambini e i genitori a una vita cristiana, per quando a 7 anni il bambino viene portato al catechismo.

E’ una “Catechesi per la vita” e non finalizzata a un Sacramento. E’ quindi adatta a far crescere persone che credono e che amano come Gesù c’insegna.

La catechesi con i genitori dei battezzandi apre la parrocchia anche verso coloro che non sono regolarmente sposati, facendo comprendere che anch’essi sono parte della Chiesa e ci stanno a cuore.

Data l’importanza di questa nuova esperienza missionaria delle parrocchie, chiedo a tutti di preferire l’impegno dell’assemblea diocesana ad altri impegni, non mancando all’incontro.

La presenza di ogni fedele porta ricchezza agli altri presenti. Tutti collaborano alla buona riuscita dell’Assemblea e alla sua applicazione in seguito.

La Madonna del Rocciamelone ci accompagni e guidi alla volontà del suo figlio Gesù.

L’appuntamento è alle ore 9,30 di Sabato 15 ottobre a Villa San Pietro, è previsto un pranzo in piedi offerto dalla Diocesi, si continuerà al pomeriggio fino verso le ore 16,30.

La Domenica pregheremo insieme per la buona riuscita della pastorale, partecipando alla S.Messa in Cattedrale alle ore 15, è auspicabile che i parroci portino alla celebrazione Eucaristica i chierichetti con le loro vestine, per farli sentire partecipi della vita della Chiesa Diocesana.

Durante lo svolgimento dell’Assemblea ci sarà un servizio d’intrattenimento per i bambini. Comunicate il numero dei partecipanti ai vostri parroci in modo da poter più facilmente provvedere all’organizzazione.

Alfonso Badini Confalonieri candela