Sono emerse criticità  in alcune vie e strade del paese Durante il consiglio comunale di lunedì 4 maggio è stato approvato il piano urbano del traffico, uno strumento stabilito dalla legge nazionale che tutti i Comuni devono redarre. Il Nuovo Codice della Strada obbliga infatti i comuni con popolazione residente superiore a tremila abitanti, o comunque interessati da rilevanti problematiche di circolazione stradale a redigerlo. “Il piano, che è un documento dinamico, in continuo divenire, fotografa la situazione attuale della viabilità  di Bardonecchia prevedendo sviluppi inerenti obiettivi che l’amministrazione si è posta o ha messo alla studio” ha illustrato Salvatore Sergi, assessore alla viabilità  “noi l’abbiamo adottato nel 1998 e siamo andati a modificarlo a seguito dei cambiamenti e delle modifiche avvenute negli ultimi anni”. Il piano urbano è rimasto in visione per 30 giorni per eventuali osservazioni. Ne sono state presentate alcune dai vigili urbani e dal consigliere di maggioranza Mario Rossetti che riguardano l’incrocio creatosi tra la strada che porta ai camini del Frejus e la nuova strada de la Tor (al di sopra della Tor d’Amont), dove manca completamente la segnaletica, la zona nei pressi dell’ingresso della bocciofila Frejus, estremamente pericolosa per i pedoni, e il sottopasso ferroviario. Queste zone problematiche saranno oggetto di studio per trovare soluzioni idonee al miglioramento della viabilità , ma, come ha spiegato Sergi “Nei pressi della bocciofila verranno installati dei dossi per limitare la velocità  a 30 km/h oltre a divieti di sosta nella salita a sinistra per evitare il posteggio dei veicoli; mentre per i veicoli in uscita dal posteggio dell’ex casa bianca e dalla centrale Enel verrà  imposto l’obbligo di svolta a destra. Sarà  valutata invece la possibilità  di un senso unico in discesa nel sottopasso, perché ciò comporterebbe senz’altro un traffico meno caotico in via della Stazione, già  zona critica, ma anche un solo ingresso per chi arriva a Bardonecchia tramite via Torino”. Via Modane nei pressi dell'ingresso della bocciofila frejus l'ingresso della bocciofila frejus