Giovedì 11 novembre la via ferrata sarà  intitolata alle guide alpine scomparse, Bompard e Perona Una cerimonia per ricordare tre persone molto amate a Bardonecchia, e prematuramente scomparse. Ma il loro ricordo è rimasto intatto nella popolazione della Perla.

Cosicché, per mantenere sempre viva la memoria con il passare degli anni, l’amministrazione comunale ha pensato di intitolare a loro due sentieri montani: la via ferrata del “Ruas” a Pian del Colle e la strada per il Chesal n. 6, utilizzata soprattutto dalle mountain bike.
Questo accadrà  oggi pomeriggio, giovedì 11 novembre, quando il sindaco Avato intitolerà  ufficialmente la via ferrata alle due guide alpine Sergio Bompard e Mario Perona, mentre il sentiero del bike park sarà  intitolato a Gabriele Arzedi, dipendente della Colomion.

Tre persone che, nei loro ruoli attivi nel sociale così come amate nel privato, sono rimaste nel ricordo di tanti bardonecchiesi, e non solo.

La cerimonia si terrà  nel pomeriggio, dalle ore 14.30, con appuntamento alla partenza della via ferrata del “Ruas”. Successivamente, alle ore 15.30, ci si recherà  alla strade per il Chesal, presso la partenza del sentiero n. 6 del bike park. Intanto, sempre in tema della via ferrata del “Ruas”, informiamo che è chiusa la variante atletica.

Le Guide Alpine Valsusa, come ogni anno, in vista dell’inverno, hanno chiuso l’itinerario “La Balma del Camoscio”, meglio conosciuto come la variante atletica della Ferrata che si trova nei pressi del bosco del Rouas, (da cui prende il nome).

Questo è solo uno dei numerosi interventi che vengono effettuati dalle Guide Alpine della Scuola ai fini della messa in sicurezza del percorso che si sviluppa sulla falesia che domina la strada provinciale che da Bardonecchia conduce in Valle Stretta.

Per tutti gli appassionati di montagna, invece, si ricorda che gli altri due itinerari della Ferrata del Rouas rimangono aperti tutti i giorni (Itinerario A via base; difficoltà  Ad (via ferrata); sviluppo 750 m; tempo 2 h : e itinerario C con variante della Grotta; difficoltà  Pd (via ferrata); sviluppo 40 m; tempo 10 minuti).

E’ possibile percorrere la ferrata da soli, se si dispone delle competenze e dell’attrezzatura idonea, oppure accompagnati dalla professionalità  di una guida alpina. Proprio come lo erano Sergio Bompard e Mario Perona, che tantissime volte hanno accompagnato lungo questa appassionante ferrata decine di arrampicatori.

Fabio Tanzilli La ferrata Sergio Bompard Mario Perona Arzedi Gabriele