Il cantiere è partito da acquedotto e fognature: pi๠marciapiedi e meno parcheggi Appena iniziati i lavori di riqualificazione urbana di via Medail hanno rischiato la sospensione per il ricorso al Tar di una delle ditte che hanno partecipato al bando indetto dal Comune: “Escluse le prime due ditte classificate per la mancanza dei requisiti necessari, i nostri uffici hanno regolarmente affidato i lavori alla terza classificata” spiega l’assessore ai lavori pubblici Salvatore Sergi “ma la scorsa settimana la seconda classificata ha fatto ricorso al Tar, che riunitosi molto in fretta, sabato ha dato il suo verdetto e trattandosi di una situazione complessa ha rinviato a dicembre la sua decisione, non sospendendo però i lavori. Dopo qualche giorno di stop ora possiamo continuare tranquilli”. E i segni dei lavori sono già  ben visibili, in via Medail sono stati aperti i primi cantieri che hanno portato anche ad alcune modifiche della viabilità : “Questa prima fase che riguarda il rifacimento dei sottoservizi, nello specifico verranno realizzate nuove ispezioni lungo la dorsale della fogna nera, rifatto completamente l’acquedotto, ed ex novo le fogne bianche, è la pi๠impattante per i cittadini” spiega ancora Sergi “questa parte di lavori si concluderà  entro l’Immacolata, se così non fosse per Natale si provvederà  comunque all’eliminazione dei cantieri. Via Medail resterà  chiusa al traffico, eccetto che per gli aventi diritto, e per migliorare la viabilità  abbiamo già  attivato il doppio senso in alcuni tratti di via Medail e in via Cantore, oltre che in via Einaudi per accorciare il giro del bus, infine quando i lavori lo richiederanno lo attiveremo anche in via Callet. Mentre i pedoni possono transitare tranquillamente da entrambi i lati della via”.

Appofondimento su La Valsusa n°39 di giovedì 15 ottobre I lavori in via Medail