Le auto potranno di nuovo circolare dal lunedì al venerdì BARDONECCHIA – Ztl in via Medail: torna tutto come in passato, e sarà di nuovo leggera. Cambierà per l’ennesima volta, da fine gennaio-inizio febbraio, la viabilità nel centro di Bardonecchia, Borgovecchio e in alcune frazioni. Si torna ai vecchi orari: via Medail rimarrà aperta alle auto tutti i giorni, tranne nei prefestivi e festivi. Sarà chiusa al traffico solo il sabato e la domenica, dalle 10 alle 20 (con deroga dalle 14 alle 16.30 per il carico e scarico merci). La Ztl giornaliera entrerà in vigore soltanto più dal 15 luglio al 30 agosto, sempre con lo stesso orario 10-20. Tutto il resto dell’anno, via libera alle auto e alla circolazione, tranne che nei prefestivi e festivi. Invece, per le vacanze di Natale, il Comune farà un’apposita ordinanza ogni anno, in modo da chiudere la strada in base alle esigenze di residenti e turisti. E’ una retromarcia da parte del sindaco Borgis? La risposta è no: “Affermare questo sarebbe una bugia. Non abbiamo fatto retromarcia sulla Ztl – spiega il primo cittadino – ma siamo venuti incontro alle richieste di commercianti e cittadini, che ci chiedevano di ridiscutere il tutto. Abbiamo il dovere di ascoltare la popolazione. Soprattutto tenendo conto della crisi del turismo, che ha creato parecchie difficoltà agli operatori commerciali di Bardonecchia. Allora ho riconvocato la commissione trasporti e viabilità, per elaborare i nuovi orari, diversi da quelli che abbiamo applicato in questi mesi di prova. Con la giunta approveremo la nuova delibera, e la nuova Ztl entrerà in vigore entro inizio febbraio. Occorre solo il tempo di cambiare la cartellonistica”. Borgis ribadisce che era comunque necessario fare questa prova con una Ztl senza pause: “Abbiamo fatto questi mesi di prova, come ci era stato richiesto dal Ministero – dice il sindaco – da Roma abbiamo avuto risposte positive, e quindi ora possiamo modificare la Ztl serenamente”. Sulla questione interviene il consigliere di minoranza Maurizio Pelle: “Con questa retromarcia da parte del Comune, si è verificato quanto dicevamo da tempo. L’amministrazione si è mossa frettolosamente e forzatamente, credeva di avere un finto consenso da parte dei commercianti, che invece con numerose lettere hanno protestato contro la nuova Ztl che era in vigore. Come minoranza, avevamo fatto il possibile per frenare questa corsa, che sembrava troppo frettolosa, come poi si è verificato”. Cosa replica il sindaco? “Abbiamo dovuto fare in fretta ad applicare la Ztl sperimentale, per ottenere l’ok del ministero. Era necessario fare così, considerati i 250.000 euro che il Comune ha dovuto spendere per le telecamere di Via Medail, scelta che ho ereditato dal passato, e che era contro la mia volontà. Non è una retromarcia, ma la risposta alle richieste dei commercianti, considerata la crisi. Sarebbe stato ingiusto andare avanti così fino a marzo, penalizzando i negozi, e quindi abbiamo deciso di cambiare subito la Ztl”. Descrizione dell'allegato