I carabinieri hanno arrestato quattro spacciatori stranieri a bordo di tre auto. All’interno dei veicoli sono stati sequestrati diversi panetti di droga CESANA – Spettacolare inseguimento, nella notte di Natale, tra carabinieri e spacciatori lungo la statale del Monginevro, da Claviere a Cesana. I carabinieri di Bergamo, in collaborazione con la compagnia di Susa, hanno arrestato quattro corrieri della droga, grazie a due posti di blocco organizzati sulla statale 24.
La banda trasportava su una Audi nera 180 chili di hashish. La droga era destinata al mercato italiano, nelle grandi città del nord, e proveniva dalla Spagna: i panetti di hashish sequestrati erano marchiati con un logo simile a quello del Barcellona calcio. Era notte fonda quando gli spacciatori, tutti di cittadinanza francese e di origine marocchina, percorrevano la strada del Monginevro, scendendo verso Claviere e Cesana. La banda erano a bordo di tre diverse auto, ma soltanto sull’Audi c’era la droga. Ad attenderli al confine francese, c’erano però le pattuglie dei carabinieri, che avevano allestito posti di blocco ovunque.
Il nucleo investigativo di Bergamo infatti, da tempo aveva individuato la banda, ricostruendo tutti i collegamenti e le vie della droga lungo l’asse Spagna – Francia – Italia. Al momento del primo stop imposto dai carabinieri, all’altezza di Monginevro, le tre auto degli spacciatori hanno tirato dritto, senza fermarsi, speronando così una gazzella delle forze dell’ordine.
E’ nato così un inseguimento ad alta velocità lungo i tornanti della statale, sulle strade ghiacciate per le rigide temperature. Nella folle corsa ci sono stati testacoda e tamponamenti, in cui sono state coinvolte due auto appartenenti a civili che transitavano in zona. Gli spacciatori hanno poi provato a forzare un secondo posto di blocco con le tre auto, ma si sono schiantati contro i mezzi dei carabinieri. Due delle tre macchine dei malviventi sono così rimaste bloccate, e i conducenti si sono arresi dopo una colluttazione con le forze dell’ordine, mentre il conducente dell’Audi nera ha mollato l’auto nella neve, dandosi alla fuga. I quattro arrestati sono stati trasferiti al carcere di Sant’Agata di Bergamo. Inseguimento pregiudicato pregiudicato