E’ una crisi senza fine:in valle e nella cintura quasi 7 mila in cassa integrazione.Solo nelle aziende metalmeccaniche i cassa integrati raggiungono quota 1811. ED ECCOLI i primi dati della crisi. Arrivano direttamente dalla Provincia di Torino. E mettono in relazione avviamenti e cessazioni dei rapporti di lavoro avvenuti sul territorio della Provincia con quelli che si sono verificati nel bacino del centro per l’impiego di Susa.
Dati presentati, recentemente, agli amministratori pubblici del territorio e ai rappresentanti di imprese e sindacati riuniti nel tavolo territoriale sulla crisi messo in piedi dalla Comunità Montana Bassa Valle.
Cosa emerge? Ovvio, che la crisi c’è e si fa sentire.
Così, si nota che gli avviamenti al lavoro nell’ottobre del 2008, in valle di Susa, sono diminuiti del 4,59 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. E che nel mese successivo, novembre, le cose sono addirittura peggiorate, segnando un – 16 per cento (il doppio rispetto alla Provincia che, a novembre, aveva registrato un meno 8 per cento).
Le cose non vanno meglio per quanto riguarda i rapporti di lavoro a tempo determinato che su scala trimestrale (da settembre a novembre) registrano una diminuzione, in valle, del 16,59 per cento rispetto al 2007 (-6,13 in Provincia). E la botta si fa sentire ancora di più nei rapporti a tempo indeterminato: qui la valle di Susa crolla del 36,57 per cento nei tre mesi da settembre a novembre (sempre rispetto all’analogo periodo del 2007) contro un -18,79 su base provinciale.
Insomma, stando a questi dati la valle patisce la crisi in misura superiore ai dati dell’intera Provincia.
Unico ‘settore’ in cui si registra un movimento positivo rè quello del lavoro interinale, in controtendenza a Susa rispetto al dato provinciale, ma per effetto del traino del settore alberghiero che, in alta valle, ha conosciuto un momento positivo grazie all’effetto neve.
E tuttavia, se si prendono gli strumenti ‘classici’ di accesso al mondo del lavoro , i dati di novembre dei rapporti a tempo determinato fanno registrare nell’area della Valle di Susa un calo complessivo del 15,59 per cento rispetto allo stesso mese del 2007 contro un calo provinciale del 6,13 per cento. Tra i comparti a soffrirne sono l’industria (-40,48%), l’agricoltura (-66,66%), l’edilizia (-19,64), i servizi alle imprese (-18,18), trasporti e comunicazione (-17,39%).
Questo mentre i contratti a tempo indeterminato, sempre a novembre, a Susa e nella sua valle diminuiscono del 36,47 per cento (del 18,79 in Provincia), con cali pazzeschi nell’industria (-73,85%) e nell’edilizia (-57,69%). Scarica il file cliccando su questo link