Via libera del vertice italofrancese all’alta velocità. La protesta dei No Tav LIONE – Lunedì 3 dicembre la città transalpina ha accolto l’ennesimo vertice italo francese (presenti i ministri dei due Paesi, il premier Mario Monti e il presidente della Repubblica francese François Hollande) che ha dato un altro via libera alla linea ad alta velocità Torino-Lione.
L’inizio dei lavori del megatunnel è previsto per il 2014 mentre i due Governi si sono dati l’arrivederci al prossimo vertice che si terrà nel 2013 a Torino. Intanto scoppia la polemica sulla prevista apertura al traffico leggero e pesante della seconda canna del Frejus autostradale (all’inizio pensata solo per la sicurezza). Per qualcuno è un omaggio alle lobby delle autostrade.
Tutto questo mentre, nei dintorni del vertice, andavano in scena le proteste dei No Tav, represse dalla Polizia. Militanti No Tav a Lione, sulla piazza della stazione Brotteaux (foto C.R.) Mario Monti e Francois Hollande Le proteste a Lione Proteste a Lione Proteste a Lione