Hanno fatto la danza propiziatoria vestiti da pellerossa…e poi giù i fiocchi SAUZE D’OULX – La volevano abbondante e farinosa. E’ così è stato. Proprio come succede in una favola con tanto di profezia, sabato scorso, i maestri di sci della “Sauze Projet” in occasione della precipitazione nevosa del weekend, hanno voluto dare un amano al tempo. Come? Organizzando una vera e propria danza propiziatoria in puro “stile pellerossa”. Così, sabato sera
alle 18 al parco giochi dell’ex colonia Tina Nasi Agnelli, una trentina di maestri di, uomini e donne, dopo una giornata di lezioni sulle piste della Vialattea, si sono tolti la divisa, , si sono tinti il volto di rosso, giallo, verde e nero e poi hanno indossato le piume e si sono esibiti nella “ Danza della Neve” ricorrendo a un antico rito propiziatorio dei pellerossa. Alberto Bergoin , direttore della scuola si è trasformato così nel “grande capo”: “Visto che quest’anno- spiega Bergoin – la
neve non è proprio abbondante, questa singolare danza ai 1500 metri di Sauze è il minimo che potevamo fare.” Poi incalza: “Si tratta di un ulteriore tentativo per portare tanta coltre bianca sulle nostre piste che ne hanno proprio bisogno”. Poi il “ grande capo” si è allontanato per preparare anche un ottimo “vin brulè”, propiziatorio a base di barbera d’Asti, vino sconosciuto ai
pellerossa, ma apprezzato da tutti coloro che hanno partecipato al rito.

A.M. La danza per la neve a Sauze d'Oulx La danza dei Pellerossa sauzini