Venerdì 24 diapositive su Suor Lucia in Mongolia. La chiusura di “voci sotto il portico, biblioteca sotto le stelle”. E “la salute vien mangiando” Mongolia, terra di missione dove batte un cuore valsusino
VILLAR DORA : Venerdì 24 settembre alle 20,45 presso l’oratorio parrocchiale Don Caramello si svolgerà  una serata dal titolo “Mongolia, terra di missione dove batte un cuore valsusino” con foto e filmati e l’esposizione di manufatti realizzati dalle donne mongole che frequentano la missione di Suor Lucia e che potranno essere acquistati per dare un sostegno concreto alla missione stessa.

Voci sotto il portico
VILLAR DORA : Si è conclusa da poco l’iniziativa “Voci sotto il portico… biblioteca sotto le stelle”, proposta per il secondo anno consecutivo dalle volontarie della biblioteca. Grazie alle quali ogni giovedì sera d’estate la biblioteca comunale ha aperto le proprie porte ai lettori, proponendo ogni volta una serata a tema sia per gli adulti che per i bambini.
Per quanto riguarda le serate dedicate ai lettori grandi, si è parlato delle proprietà  dei fiori di Bach con Gabriella Della Bella, Claudio Savarino ha mostrato le diapositive di alcune immagini mozzafiato delle montagne valsusine e non, e un’intera serata è stata dedicata ai libri che poi sono diventati anche film famosi. Ma le serate dedicate alle letture per i bambini, condotte dalla brava e paziente Barbara Pelissero, sono senza dubbio quelle che hanno riscosso il successo maggiore. Dalla prima serata con le letture di Geronimo Stilton : di cui la biblioteca villardorese è riuscita ad avere in esclusiva insieme ad altre solo 4 biblioteche italiane addirittura il poster gigante originale : alle storie di principesse, dalle storie di Giulio Coniglio a quelle dei coccodrilli e del drago Gastone, già  protagonista del concorso letterario riservato ai bambini delle scuole, che durante l’estate è tornato in biblioteca per far visita ai giovani lettori e per farsi dare finalmente un nome. Senza dimenticare poi la serata con la pittrice Xotchil Walderrama che ha regalato un ritratto, eseguito sul momento, a tutti i bambini presenti. Insomma anche quest’anno i giovedì sera hanno animato i giardini Lanslebourg dove la biblioteca ha sede e il bilancio alla fine non può che essere sostanzialmente positivo.
“Nel complesso le serate sono andate molto bene”, ha commentato da parte sua l’assessore alla cultura Paola Baratta che segue le varie iniziative insieme alle bibliotecarie, “anche se qualche serata ha avuto meno riscontro, dovuto forse alla concomitanza di altre manifestazioni e delle vacanze estive. Credo che la nostra biblioteca sia davvero uno dei fiori all’occhiello del nostro paese e questo grazie alle nostre “volontarie quattro stagioni”, che una ne pensano e cento ne fanno. Un enorme grazie va anche a Barbara Pelissero, la voce delicata delle nostre serate, a Gabriella Della Bella per la serata sui fiori di Bach, a Claudio Savarino per la serata di diapositive sulla montagna e alla pittrice Xochitl Walderrama per aver ritratto tutti i numerosissimi bimbi presenti alla serata sull’arte, che erano davvero contenti ed orgogliosi del loro ritratto a carboncino. L’ideatrice di tutto ciò è per la maggior parte la volontaria Renata Ferrero che ritengo sia un ciclone incontenibile, un vulcano di idee ed è per me un vero piacere collaborare con le volontarie, perché tutte insieme costituiscono davvero un bel gruppo”.
Ma le sorprese per i lettori non si sono di certo esaurite con la fine dell’estate. Infatti questo sabato 25 settembre, in occasione della “Festa dei Lettori”, la biblioteca villardorese compirà  i suoi primi dieci anni con l’iniziativa “Buon Compleanno Bilioteca!”. Il programma della festa prevede l’apertura della biblioteca dalle 15 alle 20, alle 16 i componenti della scuola di musica “Luciano Bugnone” si esibiranno in uno spettacolo musicale al termine del quale seguirà  un rinfresco offerto a tutti i presenti.
Chiara Vair

La salute “vien mangiando”
VILLAR DORA : “La salute vien mangiando”, ciclo di incontri sulla corretta alimentazione, è stato inaugurato lo scorso venerdì 17 settembre nella sala riunioni dalla dietista Valentina Nasso.
L’assessore alla cultura Paola Baratta spiega il motivo che ha spinto l’amministrazione a organizzare questi incontri incentrati sulla stretta relazione che lega la salute al cibo. “E’ importante secondo noi parlare di come affrontare da un punto di vista alimentare alcune patologie quali il diabete, la celiachia e alcuni disturbi dell’alimentazione che risultano sempre pi๠frequenti nella nostra società  quali l’anoressia, la bulimia. Con la dottoressa Nasso abbiamo pensato di seguire un percorso che partisse da quelli che sono i fondamenti dell’alimentazione”.
Fondamenti dell’alimentazione che sono stati l’argomento sul quale si è incentrata questa prima serata condotta da Nasso. “L’importante”, ha esordito la dietista, “non è essere magri a prova di bikini, quanto piuttosto seguire un’alimentazione sana per raggiungere un equilibrio psico-fisico”. La nostra alimentazione, invece, è spesso tutt’altro che salutare, troppo ricca di grassi, il cui eccesso può comportare l’insorgere dell’obesità  e del diabete. Il segreto, ha spiegato la dietista, sta nel consumare tipi diversi di cibi, nelle giuste porzioni, senza eccedere nei grassi di condimento, e in particolare ha messo in guardia dalle cosiddette diete dissociate le quali eliminano i carboidrati, fonte energetica alla quale attingono i nostri muscoli per rimanere tonici e che coprono metà  del nostro fabbisogno giornaliero. Un altro segreto, ha proseguito, è svolgere attività  fisica che, se fatta in modo regolare ogni giorno per almeno mezz’ora, brucia i grassi e aiuta a ridurre il rischio di obesità , morte prematura, le malattie cardiache, lo sviluppo del diabete e dell’osteoporosi e riduce i sintomi di ansia, depressione e stress. Nasso ha poi concluso la serata elencando una serie di comportamenti utili che si dovrebbero tenere a tavola.
Il prossimo incontro, invece, previsto per domani sera, venerdì 24 settembre alle 21 nella sala riunioni del municipio, tratterà  “Le bevande, le sostanze non alimentari, etichetta facile”.
Chiara Vair Suor Lucia Bartolomasi in Mongolia La serata su Geronimo Stilton