Sulla sponda destra della Dora, per raggiungere anche Pian del Colle e Valle Stretta Dopo la frana di Melezet, da questa mattina verrà  aperta al transito la strada sulla sponda destra della Dora, sarà  dunque di nuovo possibile raggiungere Pian del Colle, Valle Stretta e la Francia: “ Per affrontare l’emergenza a seguito della frana di venerdì abbiamo predisposto questo tracciato veicolare alternativo, la strada sterrata che passa sulla sponda destra della fiume è stata sistemata in questi giorni per permettere il transito alle auto e ai veicoli privati fino ai 35 quintali di peso ” spiega il sindaco Avato “la strada provinciale resterà  invece chiusa fino a quando l’area non sarà  messa in sicurezza“.

Per quasi una settimana l’accesso a Pian del Colle è stato consentito soltanto ai mezzi di soccorso, ai ciclisti e ai pedoni sfruttando la vecchia strada che passa lungo il fiume, oggi sistemata e allargata per permettere il transito di veicoli a motore. Ma cos’è successo?

Sulla strada provinciale, poco oltre l’abitato di Melezet, lo scorso venerdì si è abbattuta una frana: il crollo di massi è avvenuto sul versante sinistro del torrente e ha invaso la sede stradale rendendo necessaria la chiusura della Provinciale. La vera e propria frana, si stima siano franati circa mille metri cubi di roccia per almeno 200 metri, è avvenuta invece intorno alle 20.30.

Gli abitanti della frazione sono accorsi preoccupati sul posto: “ Ho sentito un rumore assordante, ho guardato verso la montagna e ho visto una grande massa rocciosa staccarsi dal versante, e in un attimo trasformarsi in una pioggia di rocce, che precipitando verso la strada, ha travolto tutto, gli alberi cadevano come fuscelli” racconta un testimone.

A seguito del frastuono in pochi minuti nell’aria antistante la frana sono così accorsi numerosi curiosi, oltre al sindaco e ad alcuni assessori,ed esponenti delle forze dell’ordine, soccorso alpino e guide alpine, corpo forestale, che hanno messo in sicurezza l’area chiudendola al transito veicolare e pedonale.

I danni sono notevoli: come si può vedere anche dalle foto alcuni massi hanno distrutto la sede dello Sporting Club, utilizzata principalmente durante il periodo invernale, e il ristorante La Scala, da anni chiuso.

Altri massi di grandi dimensioni hanno invece graziato le tre case costruite dove un tempo si trovava l’albergo Imperia, utilizzate come residenze turistiche, e in questo periodo di bassa stagione, non occupate da nessuno.

Le due costruzioni verranno abbattute ” commenta il sindaco Avato “l’area al momento per questioni di sicurezza rimarrà  chiusa, sono in corso sopralluoghi e valutazioni tecniche per capire come procedere. Abbiamo già  contattato una società  di disgaggi per valutare il costo della messa in sicurezza del versante “.

In previsione del traffico estivo diretto in Valle Stretta è in corso di valutazione anche una differente viabilità  nelle strette vie di Melezet.

SUSANNA MOZZATTO gli effetti della frana gli effetti della frana