Il Comune ha collocato la nuova illuminazione in quattro località e sta rifacendo alcune strade. Per i rifiuti sono state realizzate delle isole ecologiche Lavori in corso in paese, ma anche lavori già portati a termine. Sono molti e ce li ha descritti il vicesindaco e assessore competente Ezio Paini. La prima serie di interventi concerne l’illuminazione pubblica: sono stati collocati quattro nuovi punti luce in luoghi indispensabili per migliorare la sicurezza: località Cornale, dove è stato posizionato un faro, Pradonio, Parù – vicino al forte – e lungo la strada del Lavorio. Saranno a breve illuminate altre quattro aree con un sistema fotovoltaico: l’ingresso del paese arrivando dalla strada statale 25, la regione Parcogioco, due punti vicino al campo sportivo. Un altro capitolo piuttosto corposo è quello che riguarda i rifiuti e nello specifico la messa a punto di aree ecologiche, alcune recintate e altre create ex novo, in particolare nelle frazioni Braida e Cornale. In qualche caso i cassonetti sono stati spostati in siti più idonei, anche in seguito al confronto dell’assessore con i cittadini. Lungo la SS 25 in prossimità delle abitazioni è stata realizzata in economia un’isola ecologica per eliminare i cassonetti e contestualmente è stato completato il parcheggio, opera creata ex novo. Ma vediamo meglio cosa è stato fatto per gli altri parcheggi e l’asfaltatura delle strade. Sono stati realizzati dei posteggi in regione Braida, dove prima erano sterrati, con la posa dell’asfalto, di una recinzione e di un’aiuola con lavanda. Nella stessa area sono stati costruiti dei servizi igienici a norma di legge (anche per portatori di handicap). Sono state asfaltate le aree prospicienti il cimitero e in frazione Sant’Anna. In regione San Rocco si era evidenziato un problema legato alle precipitazioni abbondanti: ogni volta che c’erano dei temporali l’acqua scorreva lungo la strada e nei vigneti causando il crollo dei muretti. Per ovviare a tale situazione l’amministrazione ha provveduto a incanalare le acque per convogliarle verso il canale che si trova in regione San Lorenzo. Nel fare questo è stata riasfaltata l’intera strada allargandola dove possibile, in modo da facilitare il transito e le manovre ai mezzi agricoli. Un’altra strada che sta cambiando il proprio volto è quella Antarea, che collega frazione San Lorenzo con frazione San Giovanni. Qui si stanno erigendo dei muri per renderla transitabile garantendo una maggior sicurezza agli automobilisti. I lavori nell’ultimo tratto, di circa 25 metri, erano stati sospesi per non intralciare i viticoltori impegnati nella vendemmia e sono ripresi con la ditta ”La Foresta”. è in fase finale di progettazione da parte del consorzio forestale la strada Tarrounet, che collega la Statale 25 alla frazione Sant’Antonio. Tale progetto ne prevede l’allargamento – già autorizzato dai proprietari dei terreni adiacenti – con la realizzazione di un’area di manovra che consenta anche a mezzi di soccorso di raggiungere la zona con maggior facilità. L’amministrazione comunale ha, inoltre, stretto accordi con l’Acea per sistemare due tratti delle fognature in località Rastella e Sant’Andrea, gli impianti obsoleti saranno sostituiti. In ultimo, è in corso di progettazione la risistemazione dell’area prospiciente il palazzo comunale dove saranno costruiti due nuovi garage e sarà ampliata la sede occupata dalla Banda musicale. L'isola ecologica a Parù Il parcheggio in regione Braida