Inaugurata lunedì a Torino una libreria “in esclusiva”. Ospiterà  tutti i libri pubblicati dalle case editrici locali, e quindi anche di Val Susa e Val Sangone. Lunedì mattina è stata inaugurata ufficialmente, alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura, Michele Coppola, PiemonteLibri, uno spazio a Torino in via s.Tommaso angolo via Bertola che permette agli editori piemontesi di mettere in mostra il frutto del loro lavoro. E’ un progetto triennale dell’Associazione Sulla Parola onlus che, grazie al contributo della Regione Piemonte – nell’ambito della Legge Regionale 18/2008 “Interventi a sostegno dell’editoria piemontese e dell’informazione locale” : può beneficiare di un sostegno finanziario, atto a far riconoscere l’editoria regionale come valore di crescita economica, sociale e culturale.

PiemonteLibri: La libreria degli editori piemontesi ha aperto al pubblico l’11 maggio scorso con l’adesione di 44 case editrici. Attualmente sono 75 le case editrici che aderiscono al progetto e che, requisito fondamentale, hanno in catalogo dai 5 ai 500 titoli in attivo.

Il progetto prevede che il catalogo di ciascuna casa editrice possa avere la massima visibilità , compresi i libri che, pubblicati negli anni passati, sono ormai fuori mercato. La libreria non pone limiti alla scelta delle opere da esporre e vendere. E’ la casa editrice che sceglie, liberamente, cosa mettere a disposizione di PiemonteLibri.

Ogni casa editrice può considerare PiemonteLibri come la propria libreria, integrando il venduto, inviando le novità , organizzando incontri con gli autori, serate di lettura e di musica, presentazioni di libri, conferenze e dibattiti su diverse tematiche.

Gli editori hanno a disposizione personale sia in libreria sia fuori per la vendita e gli incontri culturali, per l’aggiornamento del sito, per i rapporti con le biblioteche.

La presenza delle case editrici piemontesi è prevista e organizzata anche presso fiere e mostre-mercato del Piemonte e di tutta Italia (saremo a dicembre a Pi๠Libri Pi๠Liberi, Roma).

In tempi brevi ci sarà  la possibilità  di consultare on line un catalogo della produzione piemontese che potrà  essere un aiuto per ogni lettore, nonché per le librerie indipendenti, per le biblioteche e i centri, che potranno scegliere l’acquisto presso PiemonteLibri o seguendo i propri canali di acquisizione.
L’Associazione Sulla Parola, inoltre, collaborerà  con gli altri operatori del settore: biblioteche, archivi, istituti e fondazioni, organizzazioni culturali regionali ed extra regionali, anche attraverso eventuali gemellaggi con altre regioni per lo scambio delle produzioni editoriali.

Un progetto che dimostra ancora una volta la capacità  del nostro territorio di mettere a sistema gli attori di un settore, in questo caso l’editoria – spiega l’Assessore regionale alla Cultura Michele Coppola – a vantaggio dell’economia locale. Il progetto PiemonteLibri non è solo una bella vetrina che favorisce la visibilità  degli editori piemontesi, ma un’opportunità  concreta di ricadute economiche, a partire dall’aumento delle vendite. L’articolazione del progetto, grazie all’attivazione di nuove sinergie tra i soggetti coinvolti, permetterà  inoltre lo sviluppo di nuovi progetti e nuovi spazi di collaborazione all’interno di un circuito virtuoso a favore dell’editoria locale.

Informazioni: PiemonteLibri : La libreria degli editori piemontesi – Via S. Tommaso 18 ang. via Bertola, a Torino. Tel. 011.0268181 : info@piemontelibri.it : www.piemontelibri.it.
Orario apertura: lunedì 15-19, martedì – venerdì 10.30-19 (orario continuato), sabato 10.30-13/ 15-19.

LUCIANO DI SONDRIO Gli editori piemontesi trovano casa