Ma le sue battute non fanno ridere Ghigo Beppe Grillo, leader del movimento Cinque Stelle, e’ entrato domenica nella baita costruita dal movimento No Tav, violando i sigilli posti dalla magistratura anche se qualcuno fa notare come i sigilli, in realtà , fossero già  stati portati via dal vento.

“Facciamola questa Tav – ha ironizzato il comico rivolgendosi alle centinaia di manifestanti che presidiavano la casetta – così ci facciamo dare un po’ di soldi e ci compriamo tutti un bilocale ad Alassio, al mare”.
Chi, invece, non ride per le parole del comico è Enzo Ghigo, già  presidente della Regione e attuale coordinatore regionale del Pdl: “Grillo comprenda che da quando ha fondato un partito non è pi๠un comico ma un rappresentante delle istituzioni.

Violare i sigilli posti dalla magistratura è un reato. E’ questa la democrazia e la cultura della legalità  del Paese che vorrebbe impartire Grillo al suo popolo?”. Il comico Beppe Grillo davanti alla Baita di Chiomonte