“Ci hanno messo in locandina senza invitarci. I convegni sul lavoro non devono diventare strumento di campagna elettorale”. I LAVORATORI della Tekfor non parteciperanno al convegno Pd del 22 settembre che si terrà ad Avigliana, organizzato dal parlamentare Esposito e dal consigliere provinciale Ferrentino.
Lo comunicano le rappresentanze sindacali unitarie della FIOM CGIL: “Sulla locandina sui partecipanti al Convegno – scrivono i lavoratori – troviamo scritta la partecipazione della R.S.U. TEKFOR e AZIMUT alla iniziativa del Partito Democratico. Nessuno delle R.S.U. FIOM CGIL Tekfor ha mai dato questa disponibilità, anche perché non contattati”.
I lavoratori aggiungono: “Riteniamo che i convegni sulle tematiche lavorative non debbano essere strumento per campagne elettorali o altro e rimangano tali solo quando si affrontano discussioni sull’occupazione e sulla crisi lavorativa. Queste iniziano a livello Nazionale con la FIAT, ad oggi, vede coinvolte a livello locale l’indotto. Noi abbiamo ritenuto opportuno informarvi sulla nostra presenza, coinvolgendo tutti i lavoratori, a tutte quelle iniziative senza colore dove vedranno il coinvolgimento delle Istituzioni, come quella che ha portato i Sindaci di Avigliana e di Buttigliera a incontrarsi con l’azienda.
Noi faremmo proposte alle strutture sindacali territoriali, regionali, provinciali ed equivalenti Istituzioni e Fabbriche, per creare comitati di lavoro finalizzati alla conoscenza del disagio individuale e collettivo del calo o della mancanza del lavoro.
Questo senza l’utilizzo di bandiere, ma con la grinta e l’impegno, rivolti a risolvere le problematiche occupazionali, come il ripristino dell’Articolo 18, requisiti essenziali per riconquistare la dignità della persona.
Crediamo per terminare che i soldi che il governo stanzia per faraoniche infrastrutture devono essere utilizzati per investimenti, formazione e tutto ciò che riporta occupazione per le aziende che resistono in Italia invece di indirizzarle a un buco in una montagna”. Descrizione dell'allegato