L’accordo raggiunto in extremis Mondiali di Slittino si faranno sulla pista olimpica di Cesana (Torino), dal 21 al 30 gennaio 2011: la notizia giunge al termine dell’incontro convocato, ieri mattina (mercoledì 16 giugno), in Regione dall’assessore allo sport e turismo, Alberto Cirio. Presenti Piero Marocco, presidente del comitato Alpi Occidentali della Federazione Sport Invernali; Elda Tessore, presidente di Parcolimpico, con Roberto De Luca, amministratore delegato, e Riccardo Andreoni , nuovo direttore generale, e Pierpaolo Maza , presidente della Fondazione TOP.
E’ stato quindi trovato l’accordo che porterà  i Mondiali di Slittino, sulla pista olimpica di Cesana: la Regione si accollerà  gli oneri di organizzazione dell’evento, circa 400 mila euro; i costi diretti di apertura dell’impianto, circa 1 milione di euro, saranno coperti attraverso i residui attivi dell’Agenzia 2006, mentre Parcolimpico, gestore dell’impianto, garantirà  a proprie spese i costi indiretti di organizzazione dell’evento, che si aggirano intorno ai 600mila euro.
“Credo sia un importante esempio di collaborazione e di sistema”, dichiara l’assessore Cirio. L’accordo che la Regione ha ottenuto ci permette di garantire non solo lo svolgimento dei Mondiali di Slittino, ma anche di altri due importanti eventi internazionali come la Coppa Europa di Bob e Skeleton e la Coppa del Mondo di Bob, in programma tra novembre 2010 e febbraio 2011. In questo modo la pista sarà  aperta per tutta la stagione invernale. Questo è solo il primo passo per una strategia condivisa che candidi i nostri impianti a diventare la palestra nazionale degli sport invernali. Una candidatura che porteremo entro luglio a Roma, chiedendo al Coni di fare la propria parte, per un patrimonio impiantistico che non è solo piemontese ma di tutto lo sport italiano”.
“La Federazione non può che esprimere una grande soddisfazione : dichiara il presidente del Comitato Alpi Occidentali della FISI, Piero Marocco : per un accordo la cui ricaduta va al di là  della semplice manifestazione e riguarda in modo concreto il futuro degli impianti. Finalmente possiamo pensare una pianificazione per i prossimi quattro anni, fino alle Olimpiadi di Soci: un passo molto importante non solo per noi, ma anche per gli Enti e i privati, seduti per la prima volta attorno a un tavolo. Questo crediamo sia il modo giusto per guardare alle strategie future”.
“Abbiamo accettato la proposta che l’assessore Cirio ci ha sottoposto : dichiara Roberto De Luca, amministratore delegato di Parcolimpico – perché riteniamo che la sua visione di sviluppo dei siti olimpici di montagna e città  coincida con la nostra. Crediamo, anche, che l’accordo raggiunto mercoledì mattina sia un importante esempio di sinergia tra pubblico e privato, in cui il privato non chiede al pubblico, ma anzi lo supporta come partner affidabile. Un modello che ci auspichiamo possa essere seguito anche da altri”.
L.v. Foto pista slittino Cesana