Già  operativo il nuovo bilancio: ne parla il sindaco Durbiano Come sarà  il 2011 per il Comune di Venaus? Lo abbiamo chiesto il sindaco Nilo Durbiano, dato che l’ente ha rinunciato all’esercizio provvisorio (prassi diffusissima in tutti gli enti fino alla primavera inoltrata) e a fine dicembre ha varato il bilancio 2011, in modo da avere piena operatività  fin da subito. Partiamo dalle questioni principali: scuole e difesa idrogeologica.

“Per la primaria, in queste settimane siamo partiti con il basamento necessario a realizzare un secondo prefabbricato a fianco di quello che già  ospita la scuola d’infanzia” spiega il sindaco. “Prima della fine del mese dovremmo poter procedere con l’assegnazione dell’appalto per la fornitura delle aule e della cucina: vogliamo infatti che i bambini possano mangiare cibi freschi, la cui qualità  è migliore. Dall’assegnazione, la ditta avrà  sessanta giorni per costruire il prefabbricato e poi altri venti per la posa”.

Questione edificio scolastico: “al momento abbiamo a bilancio le risorse per fare ulteriori indagini, che ci permettano di capire cosa farne, se ristrutturarlo o abbatterlo. Dagli incontri avuti in Regione è emerso che anche per la messa in sicurezza si parla di cifre davvero cospicue e abbiamo bisogno di strumenti tecnici che ci permettano di fare la scelta giusta”.

Idrogeologico: “Stiamo lavorando per iniziare il secondo lotto del Supita, dalla parte alta di Venaus fino da Candida (1.460.000 euro), lotto che si spera di far partire entro fine anno”. Piano di Assetto Idrogeologico: “Siamo alla seconda conferenza dei servizi e entro l’autunno vorremmo chiudere la questione, visto che il non averlo blocca il paese”.

Interventi cospicui anche a Bar: si farà  la messa in sicurezza di Fondo Bar, pesantemente coinvolta dall’alluvione 2008, per 400.000 euro. Quali sono gli altri lavori in campo? “Via Balpo sarà  rimessa a posto decorosamente ma in via provvisoria: per forza di cose sarà  la strada di accesso al cantiere del secondo lotto del Supita. Ci saranno assestamenti sulla strada, per cui per ora è necessario rifare il fondo consapevoli che occorrerà  intervenire poi ancora in futuro”.

Altro impegno a bilancio è la riqualificazione dell’area Pont Ventoux: “andremo a fare interventi sulle aree esterne e contiamo di inaugurare quest’anno i primi venticinque posti letto e di sistemarne altrettanti”. “A Bar contiamo di far partire il Progetto Psr con la variante della strada dei Monaci tra Pian delle Fate e Bar, per realizzare un collegamento in una zona senza sentieri, che permette anche la manutenzione del bosco. Prevede anche un fabbricato per servizi e punto informativo”.

Il sindaco ricorda poi che grazie all’accordo con Novalesa, la struttura comunale prevede dal primo gennaio un nuovo tecnico a tempo pieno, Andrea Marino: “ottimizzando le risorse siamo riusciti a avere un tecnico in pi๠e un ragioniere con pi๠ore concentrando tutto tra Venaus e Novalesa per risparmiare e aumentare la funzionalità  degli enti”.

Infine, altre due direzioni lungo cui si lavorerà  nel corso dell’anno, sono “la riduzione della velocità  lungo la provinciale e la definizione del multi servizi, stante l’utilizzo parziale delle aree già  effettuato con i prefabbricati”. L’ipotesi cui si lavora, spiega il sindaco “è quella di realizzare per ora un primo lotto con la sola parte pubblica: ambulatorio medico, sede associazioni e auditorium.

“Auditorium e non palestra, che vorremmo invece fosse funzionale alle scuole e che dipenderà  pertanto dalle valutazioni che si faranno per l’edificio ora non agibile”. La prossima settimana la parola alla minoranza.

A.B. Il sindaco Nilo Durbiano