Trovati i volontari, si cercano generosi donatori: Destinatari, le famiglie in difficoltà  ed i pi๠bisognosi Il centro CEIM prosegue nel suo obiettivo di aiuto e sostegno a favore degli emarginati. “Sempre pi๠persone : spiega Raissa, fondatrice e presidente CEIM :si rivolgono a noi per potersi vestire, trovare mobili o cercare un intermediario con gli enti pubblici, come il Comune e le forze dell’ordine, e vengono a decine ogni sabato, non solo dalla Valle ma anche da Torino.

L’aiuto dei collaboratori è davvero prezioso e adesso che abbiamo quattordici volontari riusciamo ad occuparci meglio di tutti quelli che vengono a bussare alla porta dell’associazione. E’ davvero impressionante scoprire come tra i bisognosi ci siano sempre pi๠italiani, oltre che immigrati”. I capi di abbigliamento, come le magliette usate una volta e poi lasciate nell’armadio, e quindi ancora in ottimo stato, dopo essere stati lavati possono essere donati a chi è meno fortunato di noi, così come la mobilia che non si sa pi๠dove mettere causa trasloco o rinnovo dell’arredamento o che si è ricevuta in eredità .

“A causa della forte richiesta : prosegue Raissa – stiamo finendo tutte le scorte di vestiario: a scarseggiare sono soprattutto i vestiti per i bambini dai tre anni in su, ma anche per i mobili riceviamo continuamente telefonate di persone che chiedono se abbiamo camere da letto e materassi, oppure anche divani e quant’altro”.

Per informazioni telefonare a Raissa al 3403023667, e per consegnare la merce, su appuntamento, escluso il sabato, telefonare al 3400621058. “C’è stato un momento che a causa della mancanza di persone volenterose pensavo quasi di chiudere l’associazione : conclude Raissa : ma adesso, grazie a tutti i collaboratori che ci dedicano un po’ del loro tempo per aiutare chi ha veramente bisogno, i nostri progetti hanno un futuro.

L’associazione ha bisogno di gesti concreti per portare avanti iniziative, come il Banco Alimentare e la mensa per i poveri. Un gesto di grande solidarietà  è stato ad esempio il concerto organizzato dai ragazzi del liceo Norberto Rosa di Bussoleno e Susa, in occasione di San Valentino, cui noi abbiamo partecipato offrendo il rinfresco. Non abbiamo raccolto molto, ma abbiamo trovato molti amici, anche giovani, che pensano a noi,si interessano al mondo del volontariato e non sono insensibili ai problemi che ci circondano ogni giorno”. L’associazione adesso si sta impegnando per ottenere cibo da distribuire tramite il Banco Alimentare di Collegno. Per la mensa non è stato ancora trovato un luogo idoneo, con una cucina, e che sia facilmente raggiungibile per la gente della Valle.

Eugenia Maritano Raissa, presidente di Ceim (sesta da destra), con gli altri volontari