Il grande momento giunto con la celebrazione dei 150 anni dell’Unità  d’Italia E’ stato presentato sabato scorso, al Teatro Carignano di Torino, il 94° Giro d’Italia, che prenderà  il via il 7 maggio 2011 dalla Reggia di Venaria e tornerà  sulle nostre strade, sabato 28 maggio, con la penultima tappa di 242 chilometri, da Verbania a Sestriere, passando nuovamente, dopo sei anni, per il Colle delle Finestre.

Finalmente, era ora! Per la gioia di migliaia di appassionati che ricordano con grande piacere quella magica giornata di grande ciclismo, risalente al 2005. Fu una frazione altamente spettacolare, che decise il Giro, con Savoldelli a resistere agli attacchi e mantenere la maglia rosa fino a Milano, con Di Luca che che passò per primo sul Colle delle Finestre e con il venezuelano Rujano vincitore di tappa a Sestriere.

Ma veniamo alla prossima edizione in calendario dal 7 al 29 maggio 2011. Come abbiamo avuto modo di scrivere pi๠volte, la corsa rosa onorerà  il 150° anniversario dell’Unità  d’ Italia con Torino prima capitale.

Sono 21 le tappe in programma ad attraversare 17 delle 20 regioni italiane: una cronometro a squadre, la prima, da Venaria a Torino, di 21,5 chilometri; una cronoscalata Belluno-Nevegal, di 12,7 chilometri; una cronometro individuale, l’ultima in circuito a Milano, di 32,8 chilometri, con conclusione in piazza Duomo; sette le tappe per i velocisti; quattro di media montagna (con un arrivo in salita); sei di alta montagna (tutte con arrivi in salita); una con strade bianche nella provincia di Siena con arrivo a Orvieto.

Insomma, davvero un Gran bel Giro! Infine un’anticipazione o meglio una vera e propria chicca per il 2012, anno in cui il Giro potrebbe sconfinare nella vicina Francia all’Alpe d’Huez, con il passaggio presumibile (quasi certo) sulle nostre montagne.

C. T. Il giro d'Italia