Inaugurata sabato 27 novembre in piazza S.Antero Il radicamento territoriale del Pdl trova un’ulteriore conferma con l’apertura di una sede. Un punto di riferimento per amministratori e militanti della Val Sangone (nella solo Giaveno sono circa cento gli iscritti al partito berlusconiano). Valle, ormai stabilmente “azzurra”, con sindaci e maggioranze tutte di centrodestra.

Il Popolo delle Libertà  trova casa nella sede che fu di Alleanza Nazionale, in piazza San Antero a Giaveno. Cerimonia di inaugurazione, molto partecipata, sabato scorso. I “big” del partito, Osvaldo Napoli e Daniela Ruffino, lasciano microfoni e conduzione ai giovani esponenti locali del partito, riservandosi il solo “taglio del nastro”. Molti i sindaci, gli assessori ed i consiglieri comunali della Val Sangone e della Val Susa. Presenti, anche, l’assessore regionale Claudia Porchietto ed il consigliere a Palazzo Lascaris Maurizio Lupi. “Il partito : spiega nel suo intervento Alessandro Giai Arcota, assessore a Valgioie : ci sta dando un grande spazio. Ci incontriamo con cadenza settimanale e abbiamo saldi punti di riferimento in Napoli e Ruffino. Siamo il partito dei fatti, lasciamo agli altri il perdersi nelle parole. Ci preme stare tra la gente, ascoltarne i bisogni e costruire delle soluzioni”. Commentando la scelta di questa sede, l’assessore della giunta Napoli, vi trova “l’ennesima conferma di come qui Alleanza Nazionale e Forza Italia abbiano trovato una reale e positiva sintesi, dando vita ad un PdL unito, coeso e concreto nell’azione”. Accanto ai giovani Enzo Carè, Sonia Ostorero e Noemi Spoto, anche l’assessore all’Urbanistica di Giaveno, Stefano Tizzani che vede “questa sede, come il PdL di Giaveno, un punto di riferimento per il centrodestra della Valli Susa e Sangone”. L'on.Napoli, il sindaco Ruffino e l'assessore Tizzani al taglio del nastro