Il calendario di iniziative della comunità  guidata da don Gianni a Coazze Proseguiranno anche nel 2011 da poco iniziato gli incontri organizzati dalla piccola comunità  guidata da don Gianni Rege Gianas e dalla psicoterapeuta Milva Tortone ai mille metri di Piano Stefano, minuscola borgata abbarbicata sopra Indiritto di Coazze. Il proposito ultimo rimane sempre lo stesso: imparare insieme a costruire relazioni.

Relazioni con gli altri, con il mondo e la natura circostanti, ma anche e soprattutto con sé stessi, perché l’individualismo imperante nella nostra contemporaneità  spesso porta come diretta conseguenza l’isolamento da tutto e da tutti. Anche dal proprio io.

“E’ stupenda l’immagine della Trinità  che costituisce il fondamento del Cristianesimo — spiega don Rege, il quale è pure parroco di Maddalena e Ponte Pietra di Giaveno —Tre Persone distinte, unite saldamente al loro “centro” dalla Relazione che intercorre fra loro medesime e che le lega. La nostra esperienza di Piano Stefano non si propone, tuttavia, di essere una sorta di “fabbrica di relazioni”, perché queste non si fabbricano, bensì si scoprono, magari con sforzo, specialmente laddove non ci si sarebbe aspettato di trovare nulla e, una volta scoperte, si coltivano, alcune per il resto della vita”.

L’ “esperimento” di don Gianni e Milva non vuole affatto disconoscere l’utilità  di istituzioni fondamentali quali, per esempio, le parrocchie, ma sottolinea la necessità , sempre pi๠pressante, di superare la sola dimensione “burocratica”, “istituzionale”, a favore di una maggiore libertà  d’incontro. “La parrocchia, soprattutto per chi non è credente, può talvolta intimorire e rendere la persona uno spettatore passivo di riti di cui spesso non si ricorda pi๠il significato — continua don Gianni — Per riscoprire tale significato è quindi necessario aprirsi al mondo e ascoltare la ricchezza spirituale che ciascun essere umano porta dentro di sé, sovente senza neppure accorgersene.

E’ ciò che, in fin dei conti, ci chiede di fare Gesà¹: andare nel mondo per cercare la “pecorella smarrita”, non tanto per salvarla da non meglio precisati pericoli, quanto piuttosto per imparare qualcosa da lei e insieme con lei arricchirci umanamente”. E’ quella che don Gianni e Milva definiscono una “dimensione satellitare”, cioè una comunità  che ruota intorno alla parrocchia, senza esserne necessariamente fagocitata, ma, anzi, mantenendo la propria autonomia, pur essendone complementare.

Anche quest’anno il calendario di Piano Stefano è dunque ricco di iniziative e, strade ghiacciate permettendo, partirà  domenica 20 febbraio prossimo con l’incontro condotto da Maria Pia Bonanate e intitolato “La donne nei vangeli”. Esattamente un mese pi๠tardi, il 20 marzo, Paolo Mirabella ritornerà  sul tema della corporeità  che tanto aveva entusiasmato i partecipanti dell’ultima riunione, svoltasi il 7 novembre scorso. Il 10 aprile, Aldo Moda illustrerà  “L’affettività  nei vangeli”.

Il 15 maggio nuovo incontro con Mirabella, mentre il 12 giugno, don Ernesto Vavassori terrà  un incontro intitolato “Relazioni plurime”. Sabato 30 aprile, inoltre, si svolgerà  una “cena culturale”, durante la quale si parlerà  dell’immensa figura di Francesco d’Assisi vista nella pittura da Giotto e nella Letteratura da Dante Alighieri. Il 2 luglio, infine, si svolgerà  il consueto incontro di “chiusura” prima della pausa estiva che avrà  come tema il fuoco. Per informazioni ci si può rivolgere, come sempre, al numero di telefono: 011- 9340644.

Alberto Tessa Don Gianni Rege e Milva Tortone