Venerdi’ 30 gennaio a Susa SUSA – ”Pace in Terra Santa” si intitola la marcia silenziosa di preghiera ecumenica che si terrà domani sera venerdì 30 gennaio a Susa, con ritrovo alle 20.45 presso la Chiesa di S. Evasio. Una fiaccolata senza bandiere e senza slogan, perché il valore della pace cresca nel mondo.
Alla marcia sono invitate tutte le persone di buona volontà, di tutte le confessioni: oltre alla Chiesa Cattolica, aderiscono la Chiesa Ortodossa Romena, la Chiesa Evangelica Battista di Meana e la Chiesa Evangelica Valdese. è la settima edizione di una iniziativa nata nel 2003, quando l’avvicinarsi della Guerra del Golfo evidenziò che la pace nel mondo non era affatto stata raggiunta: l’uomo deve sempre pregare affinché i venti di guerra che muovono altri uomini non prendano il sopravvento e sia il valore della pace a vincere. Dal 2003 la guerra in Iraq si è dimostrata l’ennesima immane tragedia, a testimonianza che non esistono guerre giuste. Da allora, tuttavia, i credenti della Valle di Susa ogni anno raccolgono l’invito lanciato dall’Azione Cattolica e dalle diverse chiese per riunirsi una sera: a volte con molta partecipazione, altre con meno, per via delle condizioni metereologiche non favorevoli, ma sempre con il cuore unito in preghiera. Il tema di quest’anno è stato proposto dall’Azione Cattolica anche su invito della presidenza nazionale, che ha proposto che nel ”mese della pace” si pregasse per la Terra Santa, come ha spiegato la bimba dell’Azione Cattolica Ragazzi accolta domenica scorsa da Benedetto XVI per il volo delle colombe. La marcia di domani sera si snoderà da S. Evasio, alla Chiesa Valdese e S. Carlo, terminando a S. Francesco. Veglia pace