“Addirittura il Vescovo?”: anche monsignor Alfonso con loro per costruire insieme il cammino. Il Papa: “Un amore impegnativo e autentico è l’unico che dà  la vera gioia” L’incontro con il Santo Padre Benedetto XVI è stato per i ragazzi dell’Azione Cattolica davvero un momento speciale, di Chiesa. Un’ esperienza che ha il sapore dello stare insieme, dell’essere uniti alla Chiesa e del farne parte. Partiti in 130 dalla nostra valle arriviamo in una piazza San Pietro gremita di 80.000 persone…poi cambia il dato, 90.000, all’arrivo del papa Via della Conciliazione è piena: siamo pi๠di 100.000.

Per carità  i numeri non sono tutto, ma così tanti giovani e bambini dell’AC provenienti da tutta Italia pongono tante domande agli adulti. Un “evento”, una bella “esperienza”? No, non solo: è di pià¹.

E’ il passo di un cammino; certo la giornata è stata “straordinaria”, ma questi giovani e questi bambini vivono le nostre parrocchie con gioia ed impegno, vi sono le difficoltà  del mondo giovanile, ma la “voglia” di esserci, di far entrare il Vangelo nella loro vita è presente.

Sul pullman Linda e Federica iniziano a preparare l’attività  del sabato per i ragazzi, Daniele si informa sull’AC del suo paese, poi ci sono Matteo e Fabio che a scuola iniziano a gettare le basi del Movimento Studenti…e tutti gli altri che in questo mese, nella loro parrocchia, hanno incontrato i gruppi adulti dell’AC, per costruire insieme.

Questa storia iniziata 140 anni fa, sta oggi prendendo la loro calligrafia!

L’incontro con il pontefice, la fiducia che egli ha dato a questi ragazzi, ha fatto comprendere quanto la Chiesa speri e conti sui giovani, le parole dell’assistente nazionale Mons. Domenico Sigalini lo hanno confermato con forza ed energia, in modo chiaro: “testimoniare il Vangelo nella scuola e con gli amici è il minimo che, dopo un incontro come questo, possa fare un ragazzo dell’Azione Cattolica”.

Oltre alle parole c’è poi la testimonianza che per i ragazzi ha il valore pi๠grande, la presenza di Don Alfonso, anche se breve è chiara come messaggio, ma l’aver vissuto questi giorni in compagnia del nostro Vescovo è stato un dono davvero grande, i bambini sorpresi commentano con un “addirittura, il Vescovo?!”, ma per giovanissimi ed educatori la sua presenza è stata davvero un dono grande, che riempie il cuore ed incoraggia a scommettere sempre sul Vangelo e sulla Chiesa!

ANNA O. L'Azione Cattolica di Susa a Roma il vescovo di Susa in piazza san Pietro