Pareri contrastanti sul biglietto forfettario di 2 euro per la sosta nella zona blu di Campo Smith BARDONECCHIA- Dopo l’istituzione della zona blu in alcune aree del centro, a partire dal week end dell’Immacolata, anche a Campo Smith sono stati istituiti alcuni parcheggi a pagamento. Si tratta di circa 180 posti che occupano parte del grande piazzale antistante la partenza della seggiovia quadriposto. Qui si paga una quota forfettaria di due euro giornalieri, nell’orario di apertura degli impianti da sci. Come per la zona del centro non sono mancate le polemiche per la sua istituzione. Sabato e domenica ”La Valsusa” è così andata a vedere come funziona per capire cosa ne pensano gli sciatori della novità. Tra i primi ad arrivare, intorno alle nove, un gruppo di giovani di Torino: ”Per noi che arriviamo così presto la zona blu non ci tocca” spiegano Sergio e Giovanni ”posteggiamo in fondo al piazzale dove il posteggio è gratuito”. Subito dopo arrivano molti sciatori che invece pagano il biglietto volentieri: ”Grazie alla zona blu pur non arrivando presto si trova ancora posto vicino alla partenza” spiega Martina ”e con dei bambini si pagano con piacere due euro pur di non camminare magari per chilometri”. Ma c’è anche chi non è d’accordo e arriva a piedi con gli sci in spalla: ”Per me è assurdo dover pagare due euro anche per la macchina” afferma Valentina ”andare a sciare è già caro di per sé, ci mancava pure la zona blu!”. Le fa eco Massimo: ”Gli altri anni se si era fortunati si riusciva a posteggiare abbastanza vicino, oggi invece ci tocca lasciare la macchina lontano per risparmiare due euro!”. Come per tutte le novità c’è chi è favorevole e chi no, ma come spiega Alessandro Clozza, uno degli ausiliari del traffico ”sono molto più numerosi gli sciatori che sono favorevoli. E’ vero, all’inizio abbiamo avuto qualche problema, soprattutto nei giorni di Natale perché la gente non voleva pagare, poi con la prima nevicata i turisti hanno capito che il piazzale con i posteggi a pagamento veniva pulito meglio ed oggi in molti ci ringraziano anche perché chi arriva intorno alle dieci trova ancora posto proprio davanti alla partenza della seggiovia. E poi, a Bardonecchia è dove si paga meno in alta valle: a Sauze d’Oulx si pagano 3 euro mentre a Sestriere ben 5 (la ditta New Service li gestiste tutti e tre)”. Al momento gli ausiliari effettuano anche il cambio delle monetine ma a breve verrà installata una macchinetta di cambio, in quanto quelle per pagare non danno resto. E da quando c’è la zona blu i posteggi sono inoltre meno ”selvaggi” rispetto agli altri anni: ”Fino alle 11.30 siamo in tre ausiliari e ci preoccupiamo anche di far posteggiare le macchine in modo ordinato” spiega ancora Clozza ”poi due si spostano nella zona blu del centro, ma nell’arco della giornata uno di noi rimane sempre qui, e intorno all’una si occupa della rotazione che segue al cambio tra mattinieri e pomeridiani”. Le multe fioccano o gli sciatori sono diligenti? ”I primi giorni non ne abbiamo fatte” risponde Clozza ”ora diciamo che in media ne facciamo cinque, massimo sei al giorno a chi è senza biglietto. Consentiamo comunque a chi ce lo segnala di sostare dietro la scuola di sci, ovviamente senza pagare, per 15 minuti il tempo di scaricare bimbi e sci”. La multa per chi è sprovvisto di biglietto è di 38 euro, 23 in caso di biglietto scaduto, ma questa vale solo per il centro paese, in quanto a Campo Smith il biglietto è forfettario. Il parcheggio è a pagamento soltanto il sabato e la domenica (oltre alle vacanze pasquali). Campo Smith