Il presidente Ferlanda: siamo in terza serie nazionale! GIAVENO : Il grande volley in val Sangone! Non stiamo sognando. Il prossimo anno la Cuatto Giaveno giocherà  nella terza serie nazionale. Si è infatti concretizzato il sogno della Cuatto del patron Daniele Ferlanda di acquisire i diritti per disputare il prossimo campionato di B1 nazionale. Dietro a questa operazione clamorosa c’è la mano del direttore sportivo Claudio Ricci che dopo aver portato la B2 a Giaveno adesso alza il tiro e arriva ancora pi๠in alto. Lo stesso Ricci ci rilascia l’esclusiva: “Ormai possiamo dire che ci siamo: il prossimo campionato lo disputeremo in B1. La nostra è una società  sana che guarda avanti con l’obiettivo di far crescere le giovani e pertanto quando ci si è presentata dinanzi questa opportunità  abbiamo deciso di approfondire il discorso. Oggi anche il mondo del volley attraversa una crisi economica e pertanto investire sulla B1 non è pi๠la follia degli anni scorsi. Inoltre per noi si tratta di un investimento per il futuro. E poi abbiamo davvero tante giovani che in un simile palcoscenico possono trovare una nuova dimensione e magari fare l’ulteriore salto di qualità  verso nuovi e pi๠prestigiosi lidi. Ci siamo buttati con grande senso di responsabilità  e alla fine abbiamo concluso con una società  veneta, cedendo i nostri diritti di B2, praticamente alla pari”. Entusiasta anche il patron Daniele Ferlanda: “Ancora non ci credo. Siamo in B1 per una nuova incredibile sfida”. Ricci ancora una volta ha fatto centro, confermandosi uno dei direttori sportivi pi๠brillanti del Piemonte e raggiungendo anche questo obiettivo può legittimamente appuntarsi una nuova medaglia al valore sul suo curriculum. La nuova Cuatto di B1 è quanto mai attiva sul mercato e ancora lo sarà  nei prossimi giorni per qualche altro colpaccio di categoria. Ma veniamo agli acquisti certi. Dopo il colpaccio Molineris, ecco altri tre colpi da novanta. Il primo colpo è un gradito ritorno sui nostri palcoscenici: arriva infatti a Giaveno la giovane e talentuosa palleggiatrice Valeria Ferro, campionessa italiana universitaria, classe 1989, 178 cm di altezza, proveniente dall’Unionvolley e già  regista del Bruzolo. Con questo arrivo, viene completato il reparto palleggiatrici. Soddisfatto il patron Ferlanda: “Valeria è un elemento di grande qualità  e va a comporre la coppia di palleggiatrici insieme alla riconfermata Pamela Guglielmetti, esperta del ruolo e capace di gestire il gioco con grande sapienza e serenità . Abbiamo quindi raggiunto l’obiettivo prefissato, due registe di talento dalle caratteristiche fisiche e tecniche differenti che si possano completare al meglio offrendo diverse soluzioni d’impiego, per completare con grande qualità  il reparto pi๠delicato ed importante, quello delle palleggiatrici”. Il secondo colpo è all’opposto: 185 centimetri di altezza, classe 1990, la nuova opposta della Cuatto sarà  Rossella Pilotti. Giovane dalle ottime potenzialità  sia fisiche che tecniche, Rossella Pilotti arriva a Giaveno dopo aver militato nel Lilliput Settimo. Cresciuta nelle giovanili dell’Involley Chieri, laureatasi assieme a Sonia Ambrosino, campionessa italiana under 15 nel 2005 e aver indossato in Coppa Italia la maglia prestigiosa del Chieri di serie A, la giovane è poi arrivata in serie B2 a Settimo Torinese dove è rimasta per due stagioni. Ferlanda commenta: “Rossella Pilotti è una giocatrice in grande crescita che deve ancora esprimere a pieno il suo potenziale e che arriva da noi proprio per ritagliarsi uno spazio ancora pi๠importante”. Ufficializzato anche il quarto arrivo. Si tratta della giovane e promettente Noemi Sacco, classe 1988, banda ricettrice, che arriva a far compagnia a Rossella Pilotti dal Lilliput. La giocatrice, va cosi a completare il reparto offensivo che con Romana Rocci, Paola Molineris e Romina Brocas, rappresenterà  una garanzia per coach Pina Tibaldi. Noemi Sacco cresciuta nelle giovanili dell’Argo Rivoli, dopo l’esperienza di un anno a Novara in serie B1, ha militato nelle ultime due stagioni nel Lilliput Settimo. Una giovane dalle grandi potenzialità  con una propensione al lavoro che lascia intravedere ancora ampi margini di miglioramento. La nuova Cuatto sta dunque prendendo forma. E conoscendo Ferlanda, Ricci e company siamo certi che sarà  una Cuatto degna della B1.
Luca Giai il direttore sportivo Claudio Ricci il presidente daniele ferlanda il neo acquisto valeria ferro