Coinvolti cinque dei sei sodalizi dell’ex Comunità  Montana L’unione delle Pro Loco? C’è ma non fa la forza” titolavamo un’inchiesta del nostro giornale il 31 gennaio 2008. A tre anni di distanza e di silenzio, ecco che l’ “Unione delle Pro Loco” , nata nel 1996 e rinata oggi sotto il nome di “Provalsangone”, torna a far sentire la sua voce. Un’associazione di Pro Loco, insomma, che unisce di fatto cinque dei sei paesi dell’Ex Comunità  Montana, perché a Reano la Pro Loco non c’è pià¹.

Un’iniziativa in serbo da tempo, come conferma il neo coordinatore, Aurelio De Vicariis, in forza al sodalizio di promozione turistica sanganese. “Dopo numerose riunioni : spiega : è maturata la volontà  di migliorare l’operatività  delle Pro Loco di ogni comune attraverso un’azione di coordinamento e di sinergia che ha trovato una naturale evoluzione nella costituzione di un’associazione tra le stesse”.

L’obiettivo di questa nuova sfida è “di lavorare attivamente : continua il coordinatore : per favorire lo sviluppo turistico, culturale, sportivo e storico con iniziative che abbiano diffusione e visibilità  in Val Sangone e, al tempo stesso, siano di richiamo per i comuni limitrofi, il cosiddetto turismo di prossimità . Il tutto mosso da un’azione comune, coordinata e condivisa per programmare e promuovere eventi”.

E’ quasi tempo di carnevale e proprio questo appuntamento sarà  occasione per la prima uscita pubblica della “Provalsangone”, con la tradizionale investitura delle maschere, in collaborazione con la Comunità  Montana, e la programmazione coordinata del calendario delle manifestazioni carnevalesche nei vari comuni.
Ma se è vero il detto che “tante teste, tante idee”, anche l’unione delle Pro Loco non è esente da difficoltà : “l’intenzione è superarle e far prevalere il buon senso” assicura De Vicariis.

Fiduciosi si dicono anche due presidenti che hanno vissuto l’esperienza dell’Unione Valsangone, ora nuovamente coinvolti, Paolo Vigni, di Coazze, e Paolo Vagnone, di Giaveno. “Penso che questa nuova avventura : commenta quest’ultimo : porti qualcosa di pi๠costruttivo rispetto a quella trascorsa anche grazie a nuovi componenti giovani e volenterosi che si sono aggiunti alle Pro Loco negli ultimi anni.

Si tratta di partire prendendo il buono dell’esperienza precedente, muovendosi in collaborazione con i comuni ma indipendenti da colori politici, nella giusta considerazione del ruolo di ciascuno, con la sola voglia di mettersi di nuovo in gioco”. Le maschere della Val Sangone (2005)