Alberto Perino: ” Sono sondaggi mediatici puntano ad abbatterci con l’immagine della trivella che scava”. “Sono soltanto sondaggi mediatici, se per portare in valle una trivella devono militarizzare un’intera città  hanno gia’ perso”. Alberto Perino, storico leader del movimento no Tav, commenta così l’avvio dei carotaggi propedeutici alla realizzazione della nuova linea ferroviaria in Valsusa.
“Sono sondaggi mediatici – ribadisce Perino – puntano ad abbatterci con l’immagine della trivella che scava. Noi, però, non ci arrendiamo, noi non cediamo”.
Alla baracca-presidio no Tav, davanti all’autoporto di Susa, si sono radunate qualche centinaio di persone. I manifestanti hanno dato vita ad un mini-corteo, che si é svolto senza tensioni. Le forze dell’ordine controllano i lavori della trivella e, per sicurezza, hanno bloccato l’ingresso di Susa all’autostrada
A32 Torino-Bardonecchia. La situazione, dal punto di vista dell’ordine pubblico, continua comunque ad essere tranquilla. Alberto Perino