Venerdì sera primo incontro della rassegna “Pensare la montagna” Toccherà  al torinese Enrico Camanni, alpinista, giornalista e scrittore, inaugurare il primo appuntamento per questo 2011 del ciclo di incontri “Pensare la montagna”, organizzati dal Cai Giaveno in collaborazione con il Circolo Ricreativo Culturale, l’Ecomuseo dell’Alta Valsangone, Cinema in Verticale e “Gruppo 33” di Condove.

La serata si terrà  venerdì 14 gennaio, con la presentazione del nuovo libro di Camanni, “Ghiaccio vivo: storia e antropologia dei ghiacciai alpini”, che conduce il lettore alla scoperta del secolare rapporto tra l’uomo e i ghiacciai nel quadro dei cambiamenti climatici contemporanei.

Fervida penna e esperto uomo di montagna, Enrico Camanni ha aperto una decina di vie nuove e ripetuto circa cinquecento itinerari di roccia e ghiaccio, è stato membro del Gruppo Alta Montagna, istruttore della Scuola nazionale di Alpinismo Giusto Gervasutti e direttore della Scuola nazionale di Scialpinismo della Sucai Torino. Attraverso la passione per l’alpinismo, è approdato al giornalismo di montagna: tra i suoi incarichi, la direzione del mensile “Alp” : di cui è stato fondatore : , dell’edizione italiana della rivista internazionale di cultura alpina “L’Alpe” e del mensile “Piemonte Parchi”.

Ha all’attivo numerose collaborazioni con quotidiani e periodici nazionali, la pubblicazione di cinque romanzi e di un lungo elenco di saggi, studi, ricerche, oltre alla progettazione e direzione culturale di “Alpi 365 Expo”, il rinnovato salone della montagna di Torino. L’incontro con Enrico Camanni è fissato per venerdì 14, ore 21, nella sede del Cai Giaveno di piazza Colombatti. Enrico camanni