Nel dibattito sulla Torino-Lione interviene direttamente Mario Virano, presidente dell’Osservatorio, con un contributo inviato in esclusiva a La Valsusa. Per dire alcune cose “sull’attuale fase della vicenda”. La Torino-Lione è un tema molto dibattuto dentro e fuori la Valle di Susa. Sul numero di giovedì 5 novembre de “La Valsusa” interviene direttamente uno degli attori in campo, Mario Virano. Con un contributo inviato in esclusiva al nostro giornale, l’architetto che presiede l’Osservatorio esprime il proprio pensiero sulla fase che sta vivendo oggi la vicenda della linea ad alta capacità . Lo fa ripercorrendo alcuni punti salienti dell’operato di questo tavolo in cui si trovano tutti gli attori interessati dal progetto. Quattro grandi questioni cui si è dato risposta nelle settanta settimane di lavori. Ma non guarda solo al passato. Descrive anche cosa si farà  nei prossimi mesi, cruciali per la progettazione preliminare e poi mette nero su bianco alcune tappe temporali di qui al 2012. Tocca alcuni punti molto sentiti, come i sondaggi, o l’impatto della ferrovia attuale. Un documento importante da qualunque punto lo si guardi, sia dal “No”, sia dal “Sì” al Tav. Mario Virano