Un sole splendente ha accolto tra Novalesa e Mattie i cavalieri alla volta di Torino Sono arrivati in paese nel tardo pomeriggio di domenica 4 aprile i Cavalieri della Sindone, accolti dalla comunità  sul sagrato della chiesa parrocchiale di Santo Stefano. . I Cavalieri, di età  compresa fra i 15 e gli 86 anni, hanno sostato a Novalesa e preso parte a un rinfresco allestito nel cortile della parrocchia. I portavoce italiano e francese hanno ringraziato per l’accoglienza e spiegato in breve il loro progetto: ripercorrere l’itinerario che nel 1578 fu compiuto per portare la Sindone da Chambéry a Torino. La giornata di uomini e cavalli è terminata all’abbazia dei SS. Pietro e Andrea, dove hanno potuto riposare.La mattina seguente, lunedì 5 aprile, i Cavalieri hanno ripreso il cammino in direzione Venaus e Mattie, dovo sono arrivati puntuali alle 15.30. Ad accoglieri il sindaco Paolo Catalano e il parroco don Gian Piero Piardi che nel porgere il loro saluto a nome di tutta la comunità  si sono soffermati sul tema della pace e dell’accoglienza dello straniero. Una giornata davvero speciale per Mattie e per la Valsusa, visuta nella gioia e nella festa tra mercatini tipici, gioco del Ferro, rievocazione storica de “La Martina” e canti della tradizione. cavalieri mattie folla numerosa ha accolto i cavalieri della sindone cavalieri della sindone sotto il castello di Mattie