Il vicesindaco Giacone e il micologo Tamburrino ospiti in un incontro Il fungo protagonista, la settimana scorsa, a San Pietro Val Lemina. Non poteva mancare, visto l’argomento, la qualificata presenza giavenese. La serata sul mercato dei funghi ha visto come ospiti il vicesindaco e assessore al turismo Carlo Giacone e il micologo Donato Tamburrino, chiamati a illustrare l’esperienza di Giaveno e del suo storico mercato locale.

“Abbiamo parlato : spiega il vicesindaco – di tutti i nostri regolamenti, dei corsi specifici per poter vendere sulla piazza, dei controlli, degli obblighi di legge, delle due associazioni cittadine che riuniscono i boulajour e di tutto l’andamento del mercato quale grande amplificatore turistico per Giaveno e la Val Sangone”. All’incontro nella sala consigliare hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco Anna Balangero, alcuni membri dell’amministrazione e della Pro Loco boulajour locali, con una nutrita partecipazione di boulajour locali.

“Da incontri precedenti con il primo cittadino Balangero : continua Carlo Giacone – era nata l’idea di portare l‘esperienza giavenese, in particolare sul mercato del fungo locale, anche a San Pietro Val Lemina, dove esiste una tradizione locale legata al porcino ed alla sua ricerca. L’intenzione è quella di istituire un piccolo mercato con le caratteristiche simile al nostro, a partire dall’organizzazione di corsi per la vendita e altra formazione, cui collaborerà  anche il nostro micologo Donato Tamburino.

Il loro è un piccolo comune con un po’ pi๠di mille abitanti, ma con tante caratteristiche che ci accomunano: la bellezza del territorio, i prodotti locali (il tomino del talucco, in primis) ed il fungo. Possono nascere un’amicizia ed una collaborazione, in una sorta di gemellaggio, per promuovere e valorizzare i nostri prodotti tra le due valli. Pinerolese e Valsangone, d’altronde, già  sono unite nella manifestazione del Fungo d’oro”.

M.M. Tamburrino e Giacone tra i relatori dell’incontro a San Pietro Val Lemina