Ma si attende ancora l’ok per la seggiovia principale La notizia è che dopodomani, sabato 18, parte la stagione sciistica 2010-2011. E’ ormai certo che non ci saranno ostacoli e il Frais potrà  accogliere gli appassionati degli sport invernali che amano questa frazione chiomontina.

Luca Olivero, presidente di Frais 2010 così dichiara: “In effetti apriamo sabato 18 e faremo funzionare la sciovia Baby Narciso, lo skilift lungo di Pian Mesdì, collaudato ieri e i due “tapis roulants”. Questi ultimi, novità della stagione, sono posizionati sul Clot Bigot. Il primoper una lunghezza di 90 metri e il secondo a fianco delloskilift lungo per una settantina di metri e sono tappeti rotanti che aiutano a salire ilpendio agli sciatori principianti e soprattutto i bambini.

E’ un grosso sforzo che noi di Frais 2010 facciamo per regalareai valsusini ma non solo, la possibilità  di sciarequass๠durante le vacanze di Natale e di Capodanno. Dopo la breve stagione scorsa ecco che quest’anno riusciamo a offrire qualcosa di pià¹.

Inoltre, stiamo operando in diverse direzioni, per risolvere l’annoso problema che blocca la seggiovia Frais-Sauzea: insomma ce la stiamo mettendo tutta per unire insieme tutti gli ingredienti necessari affinché le famiglie possano trascorrere il tempo libero in una località  che da sempre ha rappresentato una meta ambita di coloro che amano la tranquillità  e il contatto con la natura senza caricarsi di troppi chilometri” Ma lei Olivero sa qualcosa della nuova seggiovia biposto Chiomonte-Frais?.

“Frais 2010 è stata incaricata della gestione temporanea per il collaudo di tale impianto. Un impegno che porteremo avanti fino a quando subentrerà  la gestione definitiva.”

E ora sentiamo un paio di operatori commerciali del posto. Sandro Sancassani dell’Albergo Belvedere : “Se è vero che sabato la stazione apre non posso che essere soddisfatto. Dopo tanti anni di chiusura e il breve periodo della passata stagione finalmente uno spiraglio. Il Frais senza lo sci è deserto e non si lavora. Questa è la pi๠bella località  della Valle di Susa e se torna a vivere sarà  la rinascita per tutti.”

Ugo Cavicchioli del negozio «alimentari e non» – il cui papà  Angelo oltre cinquant’anni fa saliva quass๠con pane, formaggi, insaccati, carni, giornali per rivendere – ci dice: “Sono contento dell’apertura soprattutto per chi vive quass๠e per il lavoro che ci darà  ma anche per chi viene a divertirsi. In tante stagioni di “fermo” abbiamo sofferto d’inverno e anche d’estate perché la gente non trascorrendo pi๠le vacanze invernali al Frais passava altrove anche il periodo estivo.

Ora di certo cambierà  in meglio e di questo voglio ringraziare il Comitato Frais 2010 che tanto ha fatto e Renzo Pinard per la seggiovia Chiomonte-Frais”. Per questa struttura il sindaco afferma: “Tecnicamente la seggiovia è pronta. Per la sua apertura si aspettano i collaudi di rito. Mi auguro che da Babbo Natale arrivi il regalo che Chiomonte attende da almeno vent’anni”.

VITTORIO MORETTI Lo skilift lungo durante il collaudo, foto M. Gouthier La seggiovia del Frais - foto di M. Gouthier