La lettera di Mons. Alfonso Badini Confalonieri ai fedeli “Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo figlio unigenito, perchè chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna”(GV3,16)

“Chiunque crede in Lui”: Non ci sono differenze di nazionalità , razza, censo o lingua, ma ogni persona che crede che Gesà¹, figlio di Dio per opera dello Spirito Santo e figlio dell’uomo per mezzo di Maria Santissima sempre vergine, è l’unico salvatore dell’umanità  e del mondo intero, riceve dall’Onnipotente la vita eterna.

Facciamo festa perchè Dio ci ama divinamente cioè infinitamente e proprio per questo non ha disdegnato di farsi uomo, per farsi conoscere e farsi amare.

Chi ama vuole diffondere l’amore e chi pi๠di Dio ha in sé il desiderio di dare a tutti la gioia di essere, di vivere, di conoscere la Verità  e di amarla prima e sopra ogni altra cosa? Chi è pi๠felice di colui che vive con Dio, per Dio, e in sintonia con l’amore di Dio?

Dio ha voluto nascere, vivere, morire e risorgere per noi e con noi, perfetto Dio e perfetto uomo, per darci la possibilità  di partecipare della sua vita di Amore e di felicità  infinita.

Trattandosi di dialogo d’amore non può essere fatto che nella libertà . Per questo motivo, Dio ci lascia liberi di aderire con la fede e la vita al suo progetto di salvezza nell’incarnazione.

Sta a noi accogliere con la semplicità  dei bambini il Signore che è venuto nella storia e continua a venire nella vita di chi lo ama. Ascoltiamo la Parola di Dio che ci annunzia una grande gioia: “oggi vi è nato nella città  di Davide, un Salvatore che è il Cristo, il Signore”.

L’oggi di Dio abbraccia tutti i tempi come un giorno solo e noi festeggiamo l’incarnazione chiedendo che si verifichi nella nostra vita per la misericordia e l’amore che Dio ha per noi. Mandi il suo spirito nel nostro cuore come lo ha inviato alla Santissima Vergine Maria e per opera dello Spirito, Ges๠cresca in noi, nella nostra vita.

Solo così è Natale! L’augurio che di cuore vi faccio è che prepariate, con una santa Confessione, il vostro cuore a ricevere il Bambino Gesà¹, come fecero Maria e Giuseppe nella grotta di Betlemme. Prepararono con amore la sua accoglienza e noi ricordandoci il suo insegnamento: “Chi accoglie il povero, accoglie me”, cercheremo Ges๠nel nostro fratello.

Alfonso Badini Confalonieri
Vescovo di Susa Il vescovo di Susa