Si è svolto martedì 31 maggio al salone polivalente Durante l’incontro, organizzato dal Comune e dal Centro Culturale Diocesano, è stato illustrato alla popolazione il progetto di valorizzazione del centro storico curato dal Politecnico di Torino.

Le fasi del lavoro saranno tre: la schedatura dei circa cento edifici, la stesura di linee guida affinché i singoli interventi contribuiscano a rendere migliore il paese nell’insieme, l’affiancamento dei ricercatori ai progettisti scelti dai privati che decideranno di eseguire dei lavori (naturalmente non c’è nessun obbligo).

Dopo il benvenuto del sindaco Ezio Rivetti, è intervenuto il direttore del Centro Culturale don Gianluca Popolla: “Percorrendo via Maestra non ci rendiamo conto della storia delle abitazioni, quello che tenteremo di fare nei prossimi mesi è cercare di leggere cosa ci raccontano gli edifici per riuscire poi a ristrutturarli nel modo pi๠opportuno”.

A tale scopo è necessario raccogliere informazioni negli archivi, reperendo vecchie immagini e fotografie, e ascoltando i racconti dei residenti, che sono stati invitati a collaborare alla ricerca.

Il professor Antonio De Rossi, secondo cui il centro storico novalicense è uno dei pi๠belli della montagna piemontese, ha rimarcato che sarebbe importante dare un’immagine unitaria, che contribuisca a creare un ambiente piacevole per gli abitanti e attrattivo per i visitatori, rivitalizzando anche il commercio.

La seconda parte dell’incontro è stata dedicata alla “1000 km in carrozza”, partita dall’abbazia di Novalesa il 1° giugno alla volta di Lourdes. Via Maestra a Novalesa