Successo per l’appuntamento fieristico di inizio ottobre. I grandi numeri danno ragione agli organizza della manifestazione. SUSA – Ottimo riscontro per la terza edizione di ”Expo Bioenergia”, cui quest’anno si è affiancato il
”Villaggio dell’energia” voluto dalla Regione Piemonte. Tra le 35mila e le
38mila le presenze stimate dagli organizzatori lungo i tre giorni di fiera e i quattro
di convegni presso il parco tecnologico Martina. Molte le autorità presenti ma
saltato l’appuntamento annunciato con la presidente della Regione Mercedes
Bresso, causa dirottamento su Milano del suo aereo proveniente da Roma per
fitta nebbia su Caselle, così come comunicato dalla Regione. Soddisfazione
piena per il presidente Ascom Marco Cossa e propositi di ulteriore rilancio per
il prossimo anno: ”Abbiamo già preso accordi per un padiglione aggiuntivo
-dichiara-. Quest’anno 55 gli espositori presenti ma altri 20/ 25 quelli
esclusi causa mancanza di spazio. Gli enti pubblici hanno dato contributi
importanti, che uniti a quelli degli operatori privati hanno consentito di
offrire un prodotto di altissimo livello. Partnership della Regione Piemonte, che
ha scelto Susa come trampolino e prima tappa per il Villaggio dell’energia,
sponsor privati quali la Sitaf e una campagna stampa importante hanno portato a
questi risultati e a molte visite inattese da fuori provincia. La funzione di
educare il grande pubblico ma soprattutto le nuove generazioni è stata svolta
appieno. Da parte della gente sento molto interesse e aspettativa verso questa
manifestazione. Per la prossima edizione siamo convinti di poter raddoppiare,
siamo -conclude- in una fase di crescita”. ”Abbiamo scelto di affiancarci a
manifestazioni già esistenti -spiega l’addetto stampa della Regione Gianni
Gennaro-, per incontrare scuole e imprese. 320 gli studenti che hanno
partecipato all’incontro presso l’Auditorium dell’Istituto Ferrari con gli assessori
Andrea Bairati (Industria, Energia e Ricerca) e Nicola de Ruggiero (Ambiente e
Risparmio energetico). 750 alle lezioni didattiche presso il Villaggio
dell’energia. Con questo tour, che proseguirà in tutte le province, la Regione
vuole sensibilizzare i cittadini, partendo dalle scuole, incontrare le aziende
e le amministrazioni locali che hanno condiviso il progetto. Vi è la
consapevolezza della necessità di una mobilitazione culturale, economica e
psicologica della comunità regionale. Prossimo appuntamento a Vercelli dal 9 al
12 di ottobre”. Tra gli organizzatori la Comunità Montana Bassa Valle e tra gli
enti coinvolti la CNA del segretario Paolo Alberti: ”Si è trattato di
un’occasione di conferma e di rilancio per lo sviluppo futuro di un ottimo rapporto
di collaborazione con la Comunità Montana del presidente Antonio Ferrentino,
che ha dato disponibilità in tal senso. Obiettivo la diffusione della
bioedilizia e dell’utilizzo delle fonti energetiche alternative”.
Soddisfazione, infine, per il Comune: ”L’Expo è cresciuto notevolmente
-dichiara l’assessore Giorgio Montabone-. Per Susa si è trattato dell’ennesimo
successo per quanto riguarda le manifestazioni cittadine e di un buon riscontro
anche sotto l’aspetto turistico. Con il presidente Ascom Marco Cossa
ipotizziamo di mettere in calendario altre manifestazioni fieristiche di questo
livello su altre tematiche. Quest’anno -conclude- c’è stato un vero salto di
qualità”. Sandro Plano è stato protagonista all’Expò nella duplice veste di
sindaco e di direttore d’esercizio della Sitaf: ”Questa dell’Expo è stata una
buona idea, che grazie ad internet, Comunità Montana e Regione ha fatto il
salto di qualità. Noi pensiamo che la migliore energia prodotta sia quella non
consumata, pertanto questa manifestazione rispecchia le nostre politiche
ambientali. Ringraziamo dunque l’Ascom e la Comunità Montana per avere
sviluppato a fondo questo progetto fieristico di qualità. Come Sitaf, siamo
main sponsor dell’evento. La nostra azienda è il terzo consumatore locale di
energia, dopo gli impianti sciistici e le acciaierie. Quindi è chiaro che
operiamo per ridurre le spese attraverso le tecnologie più innovative,
soprattutto dal punto di vista della ventilazione, dell’intervento sugli
edifici e sulla geotermia”. Parlando di energia, ci può anticipare qualcosa sul
prossimo collegamento Italia-Francia per l’energia elettrica, di cui si sta
parlando? ”La Sitaf è stata protagonista- afferma Plano- di questo progetto,
che comprende la fornitura di energia elettrica dalla Francia all’Italia,
attraverso un cavo interrato, di impatto ambientale pressoché nullo, e
conduttore di corrente continua ad alta tensione, 400 kVolt…Passerà sotto il
manto stradale delle gallerie, a partire da quella del Frejus, e nei viadotti
dell’autostrada. Siamo per ora a livello di studio, ma esiste già una
convenzione internazionale che lo prevede”. Per finire, tra i convegni più
seguiti dell’Expo, quello a cura del Politecnico di Torino su ”Riduzione della
CO2: programmi locali e opportunità di finanziamento”, la tavola rotonda dal
titolo ”Le scelte di nuovi modelli di sviluppo” moderata dal caporedattore del
TG3 Piemonte Carlo Cerrato e quello a cura della Sitaf sul ”Risparmio
energetico nella gestione autostradale”. Il sindaco Plano apre Expo BioEnergia 3 La visita agli stand da parte delle autorita La vista agli stand da parte delle autorita Un gruppo di studenti fa visita al parco tecnologico Martina