I lavori potrebbero partire intorno alla metà  del 2011 Avevamo lasciato piazza Savoia in attesa della realizzazione del progetto vincitore del concorso di idee, indetto a suo tempo dalla Provincia. Con il sindaco Gemma Amprino, ecco il punto della situazione.

“Su quel progetto l’amministrazione aveva fatto alcune riflessioni, collegate alla fruibilità  della piazza :spiega-. In particolare, sulla volontà  di riaprire lo scavo per riportare a vista il perimetro del tempio, oggi coperto. La nostra richiesta era rendere visibile il perimetro, utilizzando una pavimentazione particolare.

La Provincia, su richiesta della Soprintendenza, ritiene però indispensabile che il perimetro sia nuovamente visibile, per i tre quarti dove è possibile”. Il quarto lato del perimetro è infatti oltre il muro del seminario. Il progetto comporta una doppia viabilità  sul lato del seminario, mentre uno scavo allargato sul lato della scuola paritaria con zona pedonale sullo stesso lato.

“Acquisita la disponibilità  da parte delle scuole parificate :prosegue il sindaco- si passerà  ad ampliare e ad asfaltare la strada tra le due scuole, portandola a un doppio senso di marcia. Strada che sarà  funzionale al parcheggio interscolastico, anch’esso ampliato e riqualificato”. Sulla piazza i parcheggi, per via del nuovo progetto, verranno infatti ulteriormente ridotti, ed il parcheggio di riferimento diventerà  dunque quello delle scuole se, come sembra, le scuole paritarie confermeranno la loro disponibilità  a cedere parte del loro terreno.

Punti fermi, come spiega il sindaco, sono comunque quelli di riportare a vista i tre quarti del perimetro del tempio, e spostare la viabilità  sul lato del seminario, con un doppio senso. “Si è chiesto anche di eliminare le strozzature che ad oggi rendono inaccessibile la piazza a mezzi pesanti, quali ad esempio quelli dei Vigili del fuoco. Resta come punto fermo anche l’eliminazione di quel singolare dissuasore :la mini rotatoria- di fronte alla Cattedrale e completare la pavimentazione in pietra.

Il tutto anche in funzione del futuro ritorno del mercato nel centro storico, e di avere un palcoscenico naturale, utilizzabile anche per le manifestazioni, in un quadro come quello di eccellenza storico-artistica”. Quale la tempistica? “La speranza è che, risolti alcuni nodi, possano partire i lavori nel corso del 2011, con un cronoprogramma :conclude il sindaco- che tenga conto della presenza delle scuole”.

In altre parole l’estate del prossimo anno sembrerebbe il periodo pi๠probabile, per l’inizio dei lavori che, comunque, non potranno che protrarsi per svariati mesi. Obiettivo, una piazza pi๠fruibile di quella odierna.

Davide Ribella Il parcheggio di Piazza Savoia L'area degli scavi