L’esecutore testamentario Gianni Peirolo illustra l’eredità  di Raul. Una bella storia valsusina Si ritorna a parlare di Raul Maiero, il cui nome è sempre salutato da scritte sui muri della Valle. Raul era il custode del presidio No Tav di Venaus ed è scomparso il 27 dicembre dello scorso anno, a causa di problemi cardiaci. Gianni Peirolo, suo amministratore di sostegno, interviene oggi nella veste di esecutore testamentario, ruolo che condivide con Nestore Tonda. Il desiderio di Raul era quello di lasciare la somma di diecimila euro ad Alberto Perino, in rappresentanza del movimento No Tav. Tutti gli altri beni, nessuno escluso, da destinarsi alle attività  e ai bisogni della chiesa evangelica Battista di Meana. Complessivamente, la generosità  di Raul Maiero non è solo fatta di belle intenzioni: vi sono già  a disposizione circa 2700 euro ricavati dalla vendita della sua auto, e la sua abitazione, che presto verrà  alienata, è valutata tra i 50 e i 60 mila euro. Ed ecco, ancora una volta, una vera e sincera testimonianza di altruismo e generosità : nella vita eterna si può credere con pi๠forza, se qualcuno riesce a tradurre questa speranza nella vita quotidiana. Grazie, Raul. Descrizione dell'allegato