Riacceso l’antico forno di Oulme SALBERTRAND – Sabato 28 luglio si è celebrata la festa dell’Annunciazione della Beata Vergine Maria, e per l’occasione è stato acceso il forno comunale di frazione Oulme, uno dei siti dell’Ecomuseo Colombano Romean, permettendo così di rievocare la panificazione.

Nella mattinata sono così stati infornati da Mauro Vitton, Nadia e Enrico Faure, con l’aiuto di Ruggero Casse, circa una settantina di pani venduti su offerta libera nel pomeriggio.
Dalle 14.30 sono stati aperti al pubblico il forno comunale, dove salbertrandesi e turisti amanti di questo piccolo paese, hanno potuto cuore torte, biscotti e ogni tipo di leccornia, e quello della Cappella dell’Annunciazione dell’Oulme, nella quale alle 16 è stata celebrata la S. Messa, officiata da Don Michele Giulio e allietata con il canto dedicato alla Madonna dell’Annunciazione “Notra Dame”, scritto dalla maestra Clelia Baccon. Al termine della messa è stato offerto, presso il forno, a tutti i presenti un pezzo delle tradizionali pan mele, preparate e curate da una parte del personale del Parco Alpi Cozie – Museo Colombano Romean e cotte nel forno comunale.

Il ricavato della vendita del pane e delle offerte raccolte durante la messa, ammontano a circa 480 euro donati al parroco del paese, Don Michele Giulio, per provvedere al pagamento dell’ultima rata del dispositivo Bio Dry. Tale sistema installato all’interno della Cappella dell’Annunciazione per impedire la risalita dell’umidità nei muri, è stato presentato durante la festa patronale di San Giovanni Battista, lo scorso 24 giugno, e finanziato per la prima parte interamente dall’Ecomuseo Colombano Romean, mentre la seconda, che ammonta a circa 2400 euro, è finanziata per circa 1000 euro dal Comune (fondi stanziati per gli edifici di culto), per circa 480 euro dalla popolazione presente alla festa, e la restante parte mancante, circa 900 euro, dovrà essere nuovamente raccolta tra la popolazione o finanziata da eventuali sponsor.

Daria Abbà La cappella dell'Oulme