Con il Conto Energia ogni anno potranno essere destinati dai 10 ai 14 mila euro ai servizi comunali 118.000 euro investiti in pannelli fotovoltaici su scuola e Municipio, con un ritorno stimato di 265.000 euro in 25 anni. E’ questo l’investimento che ha fatto il Comune di San Didero con il bilancio 2010, il cui ritorno si traduce non in un beneficio immediato in infrastrutture – come un edificio, un marciapiede o un’automobile di servizio, che hanno anche rilevanti costi di mantenimento – ma in una buona entrata per il Comune differita in venticinque anni. Ogni anno, pi๠di 10.000 euro che saranno utilizzati per i servizi sociali.

“Le considerazioni che abbiamo fatto sono di diverso ordine” spiega il vicesindaco Giorgio Vair, che ha portato avanti l’iniziativa. “Innanzitutto è fondamentale produrre energia da fonti rinnovabili e quindi come ente pubblico diamo un segnale di attenzione in questa direzione. Inoltre, grazie agli incentivi statali, questa produzione è conveniente e ci permette di realizzare un investimento non fine a se stesso, ma che ha un ritorno annuo utilizzabile per finanziare servizi come la socio-assistenza, i buoni mensa o simili.

Ancora, l’energia prodotta andrà  ad abbattere i costi delle strutture su cui sono installati e vedremo nei prossimi mesi se riusciremo anche a compensare la spesa fissa che sosteniamo per l’illuminazione pubblica”. San Didero, insomma, è come se avesse messo questi soldi in banca e con una buona rendita, facendo in proprio e affidandosi a imprese, la Toelco di Bruzolo e tecnici, Andrea Colombo di Bussoleno, di Valle. Ampio servizio in Tuttocasa, alle pagina 36 e 37 del giornale.

Andrea Bonelli Il sindaco Bellone con gli assessori e il tecnico Andrea Colombo