L’estate volge al termine, è il momento di pensare al prossimo freddo inverno! Le temperature di questa estate molto calda sono ancora ben avvertibili, e di conseguenza pensare oggi al riscaldamento del prossimo inverno potrebbe sembrare presto, ma se avete in mente grossi cambiamenti è invece il momento ideale, per non arrivare all’inverno con i lavori in corso. Se invece volete fare qualche modifica allora c’è tutto il tempo per valutare cosa fare.
Per prima cosa cerchiamo di ricordarci un concetto fondamentale, cioè che cercare di scaldare una stanza con le “porte” o le “finestre” aperte non è una cosa molto sensata.
Questo per chiarire che il miglior rendimento in termini di calore si avrà  quando si opera in un ambiente opportunamente isolato, sia per quel che riguarda gli infissi, quindi porte e finestre, che i muri. Infatti, non dobbiamo dimenticare che anche le pareti possono portare dispersioni che vanificano la qualità  del riscaldamento.
D’altro canto non dobbiamo avere nemmeno un ambiente sigillato, il ricambio dell’aria è necessario, ma questo può avvenire in modo appropriato senza dispersione di calore attaverso appositi sistemi.
Posto che abbiamo un locale con il dovuto isolamento termico e con il necessario ricambio di aria, in quale modo potremo riscaldarlo? Le soluzioni possibili spaziano dal caminetto o dalla stufa fino alla serpentina sotto il pavimento fino ai radiatori classici.
A.V. Pannelli solari per il riscaldamento