Nella vicina Francia, nuove gesta di un vero asso La coppia italo-francese di sci alpinisti, composta dall’indomabile atleta 23enne di casa nostra, Matteo Eydallin, di Sauze d’Oulx, in forza al Centro Sportivo Esercito di Courmayeur nonché vincitore di numerose gare nazionali ed internazionali di sci alpinismo e dal 24enne transalpino, Nicolas Bonnet, di Brianà§on, maestro di sci, guida alpina e allenatore di sci alpinismo, ha compiuto una memorabile impresa. Ha infatti stabilito, la scorsa settimana, il record di attraversata della Barre des Ecrins, cima situata nel territorio del comune di Pelvoux, che con i suoi 4.103 metri è il punto culminante delle Alpi Meridionali. E’ certamente una delle avventure pi๠impegnative della loro giovane carriera ma sufficientemente importante per dare loro ampia visibilità  (se ce ne fosse ancora bisogno) in questo difficile settore agonistico-sportivo. I due atleti hanno percorso salita e discesa della Barre des Ecrins nel tempo record di 2 ore e 51 minuti, una prestazione di assoluto valore. Le condizioni meteo sono state buone per gran parte del tempo anche se il forte vento in quota ha spesso ostacolato la loro fatica. Una performance questa, che ha richiesto ai due formidabili sci alpinisti un enorme impegno nell’affrontare questo lungo tracciato di circa 16 chilometri con un dislivello di 2.230 metri. La Barre des Ecrins è la sommità  pi๠alta delle Alpi del Sud, nella regione del Delfinato ed è particolarmente impegnativa poiché richiede grande abilità  alpinistica ed altrettanta tecnica in discesa. Un bravo davvero ad entrambi e congratulazioni a chi li appoggia, in particolare la rivista Montagnard e il comune di sauze d’Oulx.
(Claudio Tescari) Matteo Eydallin Matteo Eydallin (seguito da altri atleti) in una recente competizione