La serata a Rosta ha suscitato le ire dei grillini Il Comune concede la propria sala consiliare per una serata dedicata al rischio asteroidi e il Movimento 5 stelle di Rosta insorge. La polemica, scaturita da un gruppo di rostesi capeggiati da Federico Valle e attivi nel Movimento facente capo a Beppe Grillo, è cominciata con un tam tam su internet qualche giorno prima della serata, organizzata dal consigliere comunale Ugo Capella, dal titolo “Il rischio asteroidi”, a cui ha partecipato Mario Di Martino, ricercatore rostese presso l’Osservatorio Astronomico di Pino Torinese.

«Il movimento 5 stelle Rosta critica la scelta di fare una serata su questo argomento: “Il rischio asteroidi” – dicono alcuni esponenti del Movimento, tra cui lo stesso Valle, Enzo Merlo, Fabrizio Rista, Azario Luisella e Marco Cubito. Avremmo trovato pi๠sensato fare una serata per parlare di scuola, di Tav, di crisi economica, di stop al consumo di territorio o di qualsiasi argomento pi๠inerente ai problemi attuali del nostro comune e in generale del nostro paese».

Un accenno alla polemica, durante la presentazione della serata, è stato fatto dal consigliere Capella: «Evidentemente queste persone non hanno capito la differenza fra cultura e politica».

Un breve, ma significativo accenno a cui Valle ribadisce: «Nonostante l’apprezzamento che esprimiamo nei confronti delle iniziative comunali volte ad acculturare il cittadino rostese e nonostante la profonda stima nutrita nei confronti di Mario Di Martino, riterremmo pi๠opportuno che in futuro l’amministrazione comunale promuovesse serate informative su temi pi๠strettamente inerenti la vita del paese, come i danni ambientali che procurerà  il passaggio della Tav, problemi di una scuola pubblica che sta morendo, crisi economica che mette in ginocchio le amministrazioni comunali e consumo di territorio e relativi problemi ambientali.

La nostra volontà  è quella di criticare un’amministrazione comunale che non usa la sala consigliare per parlare dei problemi di attualità  di questo paese. Non volevamo certo criticarla per le iniziative culturali che anche noi condividiamo».

Una risposta arriva anche dall’Amministrazione comunale: «Premettendo che l’amministrazione non ha organizzato nessuna serata sul rischio asteroidi, ma ha solo concesso la sala consiliare a un privato cittadino e lo ha fatto perché ha ritenuto che la conferenza fosse significativa per i cittadini rostesi – afferma Domenico Morabito assessore alle associazioni – vorrei specificare che questa Amministrazione non si è mai rifiutata di trattare argomenti come la tav, scuola, crisi economica e problemi ambientali. Lo dimostrano gli incontri e le serate organizzate proprio in sala consiliare. Nonostante questo non mi sembra giusto che ci si appiattisca solo su questi argomenti e non si possa dare spazio nell’arco dell’anno a incontri culturali. Questa sarebbe una visione miope».

Fabrizio Pasquino La serata oggetto di polemica